Motori24

Dossier Rallye Elba, ancora un trionfo ancora Ucci-Ussi e Peugeot

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 60 articoliSpeciale Motorsport, il mondo delle gare tra adrenalina e innovazione

Rallye Elba, ancora un trionfo ancora Ucci-Ussi e Peugeot


L'asfalto isolano è particolare per la mancanza di grip in alcuni punti e il carattere particolare delle strade che, ricordiamo, la maggior parte dei piloti ha incontrato in gara ora per la prima volta. Sono state questa le variabili che più hanno inciso in gara e la parola d'ordine, come sempre, era fare attenzione a possibili insidie…le forature in primis.
A gestire bene la gara è stato il duo collaudato composto da Paolo Andreucci e Anna Andreussi che sulla loro Peugeot 208 T16 R5 hanno affrontato le prove speciali con determinazione e attenzione, riuscendo a evitare forature ed errori che avrebbero potuto compromettere la performance finale. E alla fine è arrivata la terza vittoria su quattro gare disputate quest'anno.
Secondi assoluti Umberto Scandola e Guido D'Amore su Skoda Fabia R5 che

hanno portato avanti una gara gestendo la posizione nonostante qualche noia ai freni. Scatenato e limitato da una foratura, il duo composto dal varesino Andrea Crugnola in coppia con Danilo Fappani su Ford Fiesta R5 che hanno mostrato un'ottima forma dallo shakedown vincendo anche due prove speciali, ma che sono stati limitati da una foratura nella PS7 “Due Mari” che ha fatto loro perdere tempo prezioso. Questi ultimi nell'ultima prova “Due Mari” hanno registrato il miglior tempo raggiungendo il gradino più basso del podio e sorpassando Nucita e Scattolon, entrambi limitati da foratura.

Da sottolineare che nella prima giornata di gara è stato leader indiscusso il duo Campanelli-Canton su Ford Fiesta R5 accumulando un vantaggio di poco più di 10 secondi su Ucci-Ussi. All'inizio della seconda giornata però l'equipaggio della Orange 1 Racing è stato costretto a lasciare il campo di battaglia per una “toccata” al posteriore. Non molto fortunato anche il secondo pilota Peugeot, il 23enne Marco Pollara con alle note Giuseppe Princiotto che ha avuto qualche noia all'idroguida proprio quando si stava avvicinando a posizioni da podio. Nonostante questo è riuscito a concludere la gara in decima posizione assoluta.
In ottica campionato Andreucci consolida la prima posizione portandosi a 57 punti, seguito da Scandola a 32, Crugnola a 27 e Campedelli a 22.
La classifica costruttori vede in prima posizione Peugeot con 59 punti seguita da Ford con 57 e Skoda 46.

Rallye dellElba le immagini più belle

Dopo i primi quattro appuntamenti su asfalto, il prossimo rally sarà su terra: il Rally San Marino (30 giugno-1 luglio). I team dovranno cambiare assetti e messe a punto delle auto per dare agli equipaggi un'auto competitiva anche su questo fondo. L'appuntamento è quindi tra un mese!

© Riproduzione riservata