Italia

Il piano Sala per fare di Milano una città diesel-free

  • Abbonati
  • Accedi
VEICOLI INQUINANTI

Il piano Sala per fare di Milano una città diesel-free

Il sindaco di Milano Beppe Salca con la collega di Roma Virginia Raggi (Ansa)
Il sindaco di Milano Beppe Salca con la collega di Roma Virginia Raggi (Ansa)

Milano brucia le tappe nel percorso di abbandono del diesel con l’obiettivo di diventare diesel-free nel 2025. «Partiamo ora perchè sarà un percorso di quattro anni da far digerire un po' alla volta ai cittadini. È un passo che riteniamo di poter fare adesso»: così il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha presentato il piano di stop ai veicoli diesel 0, 1, 2 e 3 che scatterà dal 21 gennaio 2019 in città, a margine della presentazione dell'asilo nido comunale a CityLife. «La nostra filosofia non è fatta di divieti ma è ad accompagnamento», ha aggiunto.

Il piano contro i diesel inquinanti del Comune di Milano prevede che l'intera città diventi una «Low emission zone» (Lez) in cui dal 21 gennaio 2019 non potranno più entrare e circolare tutti i veicoli diesel euro 0, 1, 2 e 3 dal lunedì al venerdì.

Da ottobre 2019, poi, il divieto verrà esteso anche ai diesel 4 per arrivare poi entro la fine del piano anche ai diesel 5. Saranno posizionate telecamere in 180 varchi d'accesso alla città dove ci saranno cartelli con tutti i divieti.
Il Comune, ha aggiunto Sala, è pronto a «trovare delle formule per qualche permesso», ad esempio, ai commercianti. Ad ogni modo, il sindaco fa notare che, secondo i calcoli di Palazzo Marino, «non sono moltissime le auto fino all'euro 3». Inoltre il percorso della Lez «ci deve portare al 2025, quando i diesel non circoleranno più». Il Comune ha deciso di partire con 12 telecamere sulle 180 previste perché «è un passo che riteniamo di poter fare adesso. Non fosse un percorso di 4 anni aspetteremmo a partire ma queste buone pratiche - ribadisce Sala - è meglio farle assorbire un po' alla volta».

Cresce, quindi, il fronte delle città che dicono no al diesel. A Roma lo stop in centro scatterà nel 2024, ma la tendenza è guidata dall'estero: ad Amburgo dal 1° giugno è scattato il divieto di circolazione per i veicoli diesel non Euro 6 su alcuni tratti stradali della città. E proprio oggi il sindaco di Londra Sadiq Khan ha annunciato una espansione della Ulez (Ultra low emission zone), che si allargherà di 18 volte rispetto al perimetro originale. Le nuove regole entreranno in vigore gradualmente dal prossimo aprile e saranno a regime nel 2021. Le auto non in regola pagheranno 12,50 sterline al giorno per poter entrare nell’area.

© Riproduzione riservata