Lifestyle

Rugby, un sospiro di sollievo per l’Italia

  • Abbonati
  • Accedi
i test match di giugno

Rugby, un sospiro di sollievo per l’Italia

Tommaso Benvenuti, mentre sta per segnare la meta contro il Giappone nel Test Match del 16 giugno. (Afp)
Tommaso Benvenuti, mentre sta per segnare la meta contro il Giappone nel Test Match del 16 giugno. (Afp)

Una vittoria in trasferta, un gradino salito nel ranking mondiale (dal 14° al 13° posto) e soprattutto un sospiro di sollievo. Sabato scorso l'Italia non ha cambiato faccia più di tanto, visto che per 13/15 era la stessa uscita nettamente sconfitta dal Giappone sette giorni prima. Ma nel secondo test match in casa dei Bianco-rossi sembrava comunque un'altra squadra. In fatto di determinazione, di rendimento nelle fasi statiche (rimessa laterale e mischia chiusa) e anche di applicazione difensiva, a parte alcuni momenti di buio.

Non è stata una settimana facile per il gruppo azzurro, ma tutti hanno tirato fuori qualcosa in più e non dev'essere stato indifferente l'apporto - anche a livello psicologico - di Leonardo Ghiraldini, capitano in assenza di Sergio Parisse. Il tallonatore padovano ha poi guidato la squadra con l'esempio in campo.

Dire che l'Italia ha svoltato sarebbe una pura esagerazione. Ma si può rilevare che con un buon numero di palloni questa squadra riesce a esibire una circolazione dell'ovale abbastanza efficiente e variata, almeno contro un avversario non appartenente alla prima fascia di merito.

Il resto si vedrà, ma intanto è arrivata una ventata di aria serena, corroborata dal nuovo ottavo posto ottenuto dalla Nazionale Under 20 ai Mondiali di categoria. A un certo punto era parso alla portata anche un piazzamento migliore, ma le vittorie su Scozia e Argentina (a fronte delle sconfitte con Inghilterra, Australia e Galles) e l'essere sempre rimasti ben al di sopra delle posizioni dal nono al 12° posto sono comunque due begli obiettivi raggiunti. Con la ciliegina del titolo di metaman del torneo all'azzurrino Giovanni D'Onofrio, arrivato a sei marcature come il sudafricano Simelane. I padroni di casa della Francia hanno vinto la loro prima Coppa del Mondo Under 20 e possono legittimamente esultare, dopo avere battuto in finale l'Inghilterra 33-25 e in semifinale la Nuova Zelanda per 16-7.

Portata la sfida a livello “seniores”, invece, i francesi non esultano certo per la seconda sconfitta rimediata in Nuova Zelanda contro gli All Blacks. E' finita 26-13 ma i Bleus possono recriminare su una fulminea espulsione dell'estremo Fall, che sarebbe stato più che opportunamente sanzionato con un cartellino giallo. World Rugby, la federazione internazionale, ha ratificato l'errore di arbitro e television match officer evitando di squalificare il giocatore francese. Negli altri test match spiccano la rivincita dell'Irlanda sull'Australia e la nuova sconfitta dell'Inghilterra in Sudafrica: anche stavolta Bianchi in vantaggio nella parte iniziale della gara e poi sorpassati senza discussioni. L'Inghilterra perde due posti nel ranking mondiale e atterra sulla piazza n. 6, mentre due ne sale il Galles, arrivato al terzo posto dopo il successo esterno sull'Argentina. Ma la vera sorpresa di giornata è stata la sconfitta della Scozia negli Stati Uniti: Usa vittoriosi 30-29 contro una formazione un po' troppo “sperimentale” (otto giocatori su 15 erano al primo test match giocato dal primo minuto) e, per la squadra di Greg Townsend, una discesa dal quinto al settimo posto nella graduatoria planetaria.

I TOUR DI GIUGNO

I test match di sabato 16
Giappone-Italia 22-25; Nuova Zelanda-Francia 26-13; Australia-Irlanda 21-26; Sudafrica-Inghilterra 23-12; Argentina-Galles 12-30; Canada-Russia 20-43; Usa-Scozia 30-29

I prossimi test match
23 giugno: Nuova Zelanda-Francia; Australia-Irlanda; Sudafrica-Inghilterra; Argentina-Scozia; Giappone-Georgia; Canada-Usa

IL RANKING MONDIALE
1. Nuova Zelanda; 2. Irlanda; 3. Galles; 4. Australia; 5. Sudafrica; 6. Inghilterra; 7. Scozia; 8. Francia; 9. Figi; 10. Argentina; 11. Giappone; 12. Georgia; 13. Italia; 14. Tonga; 15. Usa; 16. Romania; 17. Samoa; 18. Uruguay; 19. Russia; 20. Spagna

© Riproduzione riservata