Italia

Aziende e ricercatori a caccia dei materiali del futuro

  • Abbonati
  • Accedi
tre giorni di confronto e b2b

Aziende e ricercatori a caccia dei materiali del futuro

  • – di Redazione Online

Per tre giorni, dal 20 a l 22 giugno, Anacapri è stata la capitale italiana delle tecnologie innovative, come il sistema per recuperare i metalli preziosi nei processi di realizzazione di microchip, messo a punto dalla Mrs-Material recovery system di Lecce. O il nuovo materiale magnetico a base di idrossiapatite, uno dei componenti delle ossa umane, totalmente biocompatibile e biodegradabile, sviluppato dai ricercatori dell'istituto di Scienza e tecnologia dei materiali ceramici (Istec-Cnr) di Faenza. Parliamo di “BE-Mat”, primo evento dedicato a materie prime, materiali avanzati ed economia circolare promosso dall'Enterprise Europe Network (Een, la rete europea per la crescita e l'innovazione delle Pmi) insieme a Cnr, Enea e Eit Raw Materials, a cui hanno partecipato ricercatori ed oltre 70 startup a confronto con imprese (tra cui Brembo, Heraeus, Centro Ricerche Fiat, e Suez) e investitori di 11 paesi.

L’opportunità dei fondi Ue per i materiali avanzati
BE-Mat può essere raccontato come un campus di Open Innovation nel settore delle materie prime, dei materiali avanzati e dell'economia circolare, che ha messo in contatto il mondo della ricerca e le startup con le grandi imprese e con potenziali investitori. La scelta del tema di Be-Mat non è casuale: quello dei materiali avanzati è infatti un settore destinato ad avere un crescente ruolo strategico, come confermano le risorse messe a disposizione dalla Ue. L'Horizon 2020 Work Programme relativo alla Climate action, environment, resource efficiency and raw materials, in particolare, può contare su 140 milioni di euro per il 2018 e 155 per il 2019, destinati ai bandi relativi all'economia circolare e le materie prime.

Bilancio Ue: la Commissione propone 100 mld per "Horizon Europe"

Spazio al B2B con oltre 40 incontri bilaterali
Nel corso dell'evento uno spazio ad hoc è stato dedicato al B2B, appuntamento chiave per concretizzare rapporti di collaborazione nell'ambito delle tecnologie innovative, con oltre 40 incontri bilaterali tra operatori, imprese, startup e ricercatori. L'evento di brokeraggio è stato organizzato dalla Rete della Commissione Ue di sostegno alle Pmi per l'innovazione e l'internazionalizzazione, presente con servizi gratuiti alle imprese in oltre 65 paesi e particolarmente attiva nel promuovere il trasferimento della ricerca al mercato. In Italia la rete conta 55 membri costituiti da Camere di commercio, associazioni imprenditoriali (tra cui Confindustria, Cna, Confcommercio, e Confesercenti), agenzie di sviluppo, centri di ricerca (quali Cnr, Enea, e Apre) università, parchi tecnologici, autorità locali.

© Riproduzione riservata