Italia

Decreto dignità, Forza Italia: testo da stravolgere,…

  • Abbonati
  • Accedi
la proposta presentata al senato

Decreto dignità, Forza Italia: testo da stravolgere, reintrodurre i voucher

Le capogruppo Fi  Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini hanno presentato la proposta di reintroduzione dei voucher (Ansa)
Le capogruppo Fi Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini hanno presentato la proposta di reintroduzione dei voucher (Ansa)

«Meno Di Maio, più Centinaio»: è questo lo slogan con cui la capogruppo al Senato di Forza Italia, Anna Maria Bernini, insieme con Mariastella Gelmini, capogruppo alla Camera, ha presentato a Palazzo Madama il disegno di legge che chiede la reintroduzione dei voucher nel mondo del lavoro. Il riferimento è al ministro dell'Agricoltura leghista, Gianmarco Centinaio, che si è detto favorevole all'impiego dei buoni non solo nell’agricoltura - «sono nati per la vendemmia, in quel settore servono e le associazioni me li chiedono», spiega il ministro - ma anche nel settore del turismo, per il quale ha la delega.

GUARDA IL VIDEO: Ritorno al passato: la protesta delle imprese contro il decreto dignità

L’obiettivo è reintrodurre i buoni con un emendamento al decreto dignità, provvedimento che, così com’è, è un «manifesto anti impresa», ha detto Mariastella Gelmini, che ha lanciato un appello a Matteo Salvini per «stravolgere il testo».

Ritorno al passato: la protesta delle imprese contro il decreto dignità

Gelmini: dl dignità Salvini si adoperi per cambiarlo
«Faremo una battaglia dura per stravolgere il decreto dignità» ha detto Gelmini e «speriamo che il nostro alleato, ora parte del governo, si adoperi per cambiarlo perché gli elettori di centrodestra non lo accetterebbero», ha aggiunto riferendosi a Salvini. Gelmini ha spiegato che «se il governo e la maggioranza saranno disponibili si potrà trasformare il disegno di legge sui voucher in un emendamento al decreto dignità per ridurne i danni». «L'abolizione dei voucher è stato un grande errore - ha continuato Gelmini - ha solo aumentato il lavoro nero e non gli occupati, specie nell'agricoltura e nel turismo. Il lavoro che non c'è è la vera emergenza del Paese, come da programma del centrodestra per le ultime elezioni».

Bernini: con abolizione voucher persi 500mila posti di lavoro
La capogruppo al Senato Bernini ha sottolineato che «i voucher usati in modo legittimo e senza abusi sono importanti, con la loro abolizione per motivi politici da parte del Pd si sono persi 500 mila posti di lavoro». «Ci auguriamo di poterci confrontare più con la Lega che con il M5S sui temi del lavoro - ha continuato - e la legge Biagi deve tornare d'attualità per le politiche del lavoro, che sono state destrutturate dai governi successivi» a quello Berlusconi del 2001.


© Riproduzione riservata