Economia

Dossier Pendenze dolci verso l’aspro Limbara

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 84 articoliIn bici sulle dighe

Pendenze dolci verso l’aspro Limbara

In tutto sono 18 km di salita assolutamente pedalabile (vedi altimetria dettagliata) quelli che portano ai 663 metri di altitudine del Passo Limbara. Pendenze che non superano mai il 6-7%, ampie curve e frequenti tratti di falsopiano in cui prendere fiato: l’ascesa che parte dalla diga Muzzone e porta allo scollinamento del Limbara presenta come unica criticità, nei mesi estivi, il forte caldo.

Iniziando a pedalare dallo sbarramento di Enel Green Power ci sono in realtà 7,5 km di saliscendi da percorrere su strade interne, circondate dalla più classica vegetazione mediterranea e con ampie viste sul Lago Coghinas; poi a un certo punto ci si innesta, con svolta a sinistra, sulla strada statale 392 che parte  poco sotto dal ponte sul bacino Coghinas e porta direttamente al Passo Limbara.

In vetta lo scollinamento è evidente: si colloca su un rettilineo e avviene in corrispondenza di due deviazioni, di cui quella sulla sinistra porta, con un’ulteriore salita, verso la frazione di Ballascia. Quest’ultima è una frazione di “ben” 7 abitanti tra pastori e contadini, sorta su un antico villaggio nuragico di cui restano ancora tracce. Una meta ideale per tutti gli amanti della natura e dell’archeologia che vogliono esplorare l’altra faccia del Monte Limbara.
In definitiva, il Passo Limbara è una salita alla portata di un cicloturista mediamente allenato. Da affrontare con più calma nelle giornate calde (magari partendo al mattino presto): chi ha più forze può anche inserirlo in qualche giro ad anello oppure ripercorrerlo all’incontrario scendendo a Tempio Pausania (sull’altro versante) per una pausa caffè.

 

Possibili itinerari: Superando Passo Limbara e scendendo verso Tempio Pausania, dopo pochi chilometri si trova una deviazione verso destra che porta a Limbara Vetta e al celebre Parco di sequoie di Vallicciola, oltre 30 alberi simili a quelli più celebri della California, quasi centenari, alti più di 35 metri. Quest’ascesa, che porta oltre 1300 metri d’altitudine, prende subito quota attraverso secchi tornanti e presenta almeno 3 km con pendenza media di poco sotto il 10%. Una variante per chi si sente più scalatore e ha solo “riscaldato” i motori sul Passo Limbara.

© Riproduzione riservata