Lifestyle

Negli Usa al via la Coppa del Mondo di rugby a 7

  • Abbonati
  • Accedi
all’AT&T Park di San Francisco

Negli Usa al via la Coppa del Mondo di rugby a 7

Due tempi da sette minuti, ma su un campo delle stesse dimensioni del rugby a15, un gioco più facile da capire e anche più spettacolare (almeno per chi non ha troppa dimestichezza con lo sport ovale), tante mete, un contorno festoso e colorato. Ecco il rugby “Seven”, che si gioca sette contro sette e da oggi mette in scena uno dei suoi eventi più importanti. Sta per partire la Coppa del Mondo della specialità, sia maschile che femminile, e la manifestazione sarà ospitata per la prima volta dagli Usa: precisamente dall'AT&T Park di San Francisco, casa dei Giants, otto volte vincitori delle World Series di baseball. Un impianto da oltre 40mila posti, con prevendite di biglietti che lasciano prevedere un alto numero di spettatori. Un successo annunciato contrariamente al mezzo flop di pubblico registrato nella precedente edizione dei Mondiali a sette, ospitata nel 2013 dallo Stadio Luzniki di Mosca, lo stesso dove domenica scorsa la Francia ha vinto la Coppa del Mondo di calcio.

Cinque anni fa fu la Nuova Zelanda, maschile e femminile, a dominare la competizione. Ma un nuovo bis delle squadre in nero è più difficile da pronosticare. Nel frattempo le Olimpiadi hanno aperto al rugby a sette e a Rio 2016 l'oro è andato alle Figi tra gli uomini e all'Australia tra le donne. Il rugby a cinque cerchi è stato accolto positivamente dall'audience tv e World Rugby, la federazione mondiale, calcola che 30 milioni di persone abbiano conosciuto e apprezzato la disciplina proprio grazie alla visibilità olimpica. Un seguito che può avere aumentato anche l'interesse per le Hsbc World Rugby Sevens Series, circuito itinerante maschile e femminile che tocca i cinque continenti e che quest'anno ha visto il successo dei sudafricani (davanti a Figi, Nuova Zelanda, Australia e Inghilterra), mentre fra le ragazze si è imposta l'Australia superando nell'ordine Nuova Zelanda, Francia, Canada e Usa.

Nel rugby a sette l'Italia sta lottando per provare a raggiungere i livelli più alti (l'ultima partecipazione alla Coppa del Mondo degli Azzurri e delle Azzurre risale al 2009, rispettivamente con un 21° e un 11° posto finale) ma nel frattempo è fuori sia dalle Series sia dai Mondiali. A San Francisco saranno impegnate, nell'arco di tre giorni, 24 squadre maschili e 16 femminili, con formula a eliminazione diretta: anche le perdenti del primo turno, peraltro, andranno avanti a giocare per arrivare a definire tutti i piazzamenti, dal primo all'ultimo. Favorite sono le stesse squadre finite tra le prime cinque alle World Series del 2018, con il possibile inserimento della selezione maschile Usa che può contare tra l'altro su un metaman di eccezione come Carlin Isles.

Anche nel rugby a 15 gli Stati Uniti stanno facendo passi avanti e recentemente hanno battuto per la prima volta la Scozia. Test match di grande importanza si stanno giocando negli Usa per avvicinare sempre di più un mercato importante, e il prossimo 3 novembre anche l'Italia sarà protagonista, per un confronto con la fortissima Irlanda.

LA COPPA DEL MONDO 2018
(San Francisco, da oggi a domenica, in tv su Eurosport 1 ed Eurosport Player)
Squadre maschili: Argentina, Australia, Canada, Cile, Figi, Francia, Galles, Giamaica, Giappone, Hong Kong, Inghilterra, Irlanda, Kenya, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Russia, Samoa, Scozia, Sudafrica, Tonga, Uganda, Uruguay, Usa, Zimbabwe
Squadre femminili: Australia, Brasile, Canada, Cina, Figi, Francia, Giappone, Inghilterra, Irlanda, Messico, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Russia, Spagna, Sudafrica, Usa

L'ALBO D'ORO DELLA COPPA DEL MONDO
Maschile
1993. 1. Inghilterra; 2. Australia; 3. Figi, Irlanda
1997. 1. Figi; 2. Sudafrica; 3. Nuova Zelanda, Samoa
2001. 1. Nuova Zelanda; 2. Australia; 3. Argentina, Figi
2005. 1. Figi; 2. Nuova Zelanda; 3. Australia, Inghilterra
2009: 1. Galles; 2. Argentina; 3. Kenya, Samoa
2013. 1. Nuova Zelanda; 2. Inghilterra; 3. Figi; 4. Kenya
Femminile
2009. 1. Australia; 2. Nuova Zelanda; 3. Sudafrica, Usa
2013. 1. Nuova Zelanda; 2. Canada; 3. Usa; 4. Spagna

© Riproduzione riservata