Italia

Boom di candidati per Medicina, ma il test più selettivo è per…

  • Abbonati
  • Accedi
il fascino del camice bianco

Boom di candidati per Medicina, ma il test più selettivo è per Veterinaria

Medicina e Odontoiatria, Architettura, Veterinaria: gli 83mila candidati che svolgeranno i test sono pronti a dare il tutto per tutto per entrare nei corsi ad accesso programmato nazionale che partiranno il 4 settembre. Ma la possibilità di “vincere” un posto alla lotteria delle prove per l’ammissione a numero chiuso per l’anno accademico 2018/2019 cambiano in base alla Facoltà. Con Medicina e soprattutto Veterinaria che promettono di essere i test più selettivi per i posti a disposizione limitati rispetto alle domande arrivate.

Le iscrizioni - fa sapere il Miur - si sono chiuse nei giorni scorsi. In 67.005 hanno presentato domanda per la prova in Medicina e Odontoiatria (erano 66.907 nel 2017). Per Architettura le iscrizioni sono 7.986, lo scorso anno erano 9.340. Infine, sono 8.136 i candidati alla prova di Veterinaria, rispetto agli 8.431 dello scorso anno. Per i test di Medicina in lingua inglese sono 7.660, l’anno scorso sono stati 7.021. A conti fatti in base ai posti disponibili (in aumento rispetto all’anno prima) ci sarà un posto ogni sei domande per Medicina e Odontoiatria, uno ogni 10 per Veterinaria, mentre per Architettura le domande di accesso ai test a numero chiuso (7.986) sono praticamente equivalenti alle iscrizioni a disposizione (7.211).

GUARDA IL VIDEO / Rapporto Crea, la sanità migliore è in Trentino

Rispetto ai dati del 2017, le aspettative di entrata sono, naturalmente, decisamente migliori per gli aspiranti architetti, ma anche i futuri medici e dentisti hanno una situazione migliore (lo scorso anno c’era un posto per ogni 7 candidati circa) mentre l’accesso più difficile rimane, come detto, quello per Veterinaria, anche se con l'aumento dei posti a disposizione (che riguarda tutte le facoltà interessate dai test) si è passati da 12 a 10 candidati per ogni accesso.

Anche quest’anno sono previsti 60 quesiti cui i candidati dovranno rispondere in 100 minuti. Il calendario delle prove per i corsi ad accesso programmato a livello nazionale è già stato fissato lo scorso febbraio. Queste le date: Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, 4 settembre; Medicina Veterinaria, 5 settembre; Architettura, 6 settembre; Professioni sanitarie, 12 settembre; Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria in lingua inglese, 13 settembre; Scienze della formazione primaria,14 settembre; Professioni sanitarie (laurea magistrale), 26 ottobre. Nel caso di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Veterinaria e Architettura la graduatoria di assegnazione dei posti è nazionale, la prova è uguale per tutti e predisposta dal ministero. Per i corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie, invece, il test è predisposto dalle singole università e la graduatoria è a livello locale. Mentre per quanto riguarda il test d'ingresso per il corso di laurea di Scienze della Formazione, il ministero stabilisce la data della prova, i posti disponibili e alcune linee guida per la redazione dei quiz. Al resto pensano i singoli atenei.

Universita': no a numero chiuso, Crui 'servono risorse'

© Riproduzione riservata