Italia

3/5 Prezzo trasparente ma procedura da rivedere

  • Abbonati
  • Accedi
    Lavori in casa

    Come sopravvivere in agosto alla rottura di un rubinetto, senza svuotare il portafogli

    Mezza giornata di ricerche, 5 preventivi, uno slalom per evitare le insidie e due appuntamenti. E' il percorso accidentato che si presenta davanti al cittadino che, malauguratamente, deve sostituire il rubinetto della cucina in pieno agosto. Perché, se la rete da un lato offre la possibilità di contattare in breve tempo un ampio numero di professionisti, dall'altro moltiplica i rischi di incappare in preventivi “fuori misura”. Succede così che per lo stesso lavoro, il costo possa oscillare da 70 a 220 euro. E sì, tre volte tanto perché, come spiegano i professionisti più previdenti, il rischio si annida dietro ad ogni lavoro. Può capitare, per esempio, che il rubinetto si rifiuti di abbandonare il lavandino o rivendichi un preavviso prima del pensionamento. Davanti a queste insidie, insomma, qualche idraulico si protegge e il costo del lavoro – incredibilmente - si moltiplica per tre. Il mondo, però, è vario e non mancano i professionisti che, sprezzanti del pericolo, applicano tariffe di mercato sfidando la sorte. Ecco la cronaca di una faticosa ricerca.

    3/5 Prezzo trasparente ma procedura da rivedere

    Il terzo sito visitato è europassistance.it. Chiamiamo il numero segnalato e un risponditore automatico ci guida in un percorso che dura qualche minuto, al termine del quale risponde un'addetta molto professionale. Specifichiamo il servizio richiesto e ci viene spiegato con molta chiarezza l'iter da seguire: pagare il prezzo definito, 79 euro per l'ora di lavoro compreso l'Iva, poi concordare con la centrale operativa il giorno e l'ora dell'appuntamento. Contestiamo l'ordine della procedura, chiedendo di concordare prima l'appuntamento e successivamente pagare il dovuto. L'operazione non è consentita, ma l'addetta ci spiega che in caso di difficoltà a concordare data e ora dell'uscita, il prezzo del servizio viene rimborsato. Chiediamo allora se europassistance garantisce un tempo massimo entro il quale l'azienda è tenuta a fissare l'appuntamento. La risposta è negativa, il termine non esiste ma – assicura – l'appuntamento viene dato sempre entro la settimana. L'incertezza dell'appuntamento ci spinge a cercare altrove.

    © Riproduzione riservata