Lifestyle

L’Italia sbanca gli Europei di nuoto: 74 medaglie e seconda nel…

  • Abbonati
  • Accedi
Paralimpici

L’Italia sbanca gli Europei di nuoto: 74 medaglie e seconda nel medagliere

Simone Barlaam ieri ha battuto il record mondiale dei 50 stile che resisteva dai Giochi di Londra 2012
Simone Barlaam ieri ha battuto il record mondiale dei 50 stile che resisteva dai Giochi di Londra 2012

L'Italia è nel podio europeo del nuoto paralimpico. Il medagliere dei Campionati europei che si sono conclusi ieri a Dublino vedono ai primi tre posti Ucraina, Italia e Gran Bretagna. Per gli azzurri allenati dal ct Riccardo Vernole è la migliore prestazione di sempre. Ritornano a casa con un bottino di 74 medaglie; 28 ori, 24 argenti, 22 bronzi, 6 record del mondo e 2 record europei. Dei 28 atleti convocati 24 sono andati a medaglia.

Nell'ultima giornata di questi incredibili campionati europei spicca la prova del giovane Simone Barlaam che nella finale dei 50 metri stile libero, classe S9, conquista di forza l'oro europeo e soprattutto batte il record mondiale dell'australiano Mattew Cowdrey, che resisteva dalle Olimpiadi di Londra 2012. Altri momenti emozionanti sono stati le vittorie di Giulia Ghiretti e di Alessia Berra, il quarto oro di Carlotta Gilli. Ma andiamo con ordine. Simone, campione mondiale in carica nei 50 e 100 Stile Libero S9, la finale dei 50 Stile in questi europei l'aveva messa nel mirino da un pezzo per ritoccare il record mondiale. Barlaam parte favorito in quarta corsia e nonostante la tensione palpabile non delude le attese. La progressione è incredibile. I rivali sono annichiliti con distacchi enormi per una gara così breve. Il crono si ferma a 25 secondi netti.

L'argento va all'ucraino Bozhynskyi (26”43), bronzo allo spagnolo Mari Alcaraz (26”50). “Finalmente è arrivato – racconta Simone – cercavo questo record da una stagione e mezzo. Speravo di andare sotto i 25, anche di un centesimo sotto. Ma va bene così. Si può sempre fare meglio e ci sono molte cose da migliorare. Questa medaglia oltre che alla mia famiglia la dedico a Max Tosin e Micaela Biava, i miei due allenatori, alla Federazione italiana di nuoto paralimpico, alla presidente della Polha Varese, Daniela Colonna-Preti, e a Federico Morlacchi, mio compagno di squadra e di allenamenti”.

Molto bello anche l'oro conquistato da Giulia Ghiretti, l'atleta emiliana, già bronzo a Rio 2016, che si è andata a prendere, di forza e di testa, il titolo di Campionessa europea nei 50 delfino S5. Sfavorita nella sua classe rispetto ad altre atlete con maggiore mobilità, ha recuperato di forza dalla terza alla prima posizione toccando per prima la piastra del crono a 46”68, e lasciando dietro le turche Ozturk e Boyaci, argento e bronzo rispettivamente con 48”90 e 49”62. “Ho lavorato molto per questo risultato. Un lavoro non solo mio, ma di tutte le persone che mi sono state accanto. Un sacrificio ampiamente ripagato - le prime parole di una sorridente Giulia ai microfoni di Rai Sport - Vincere l'oro nell'ultimo giorno di questo europeo è proprio una chicca. Oltre che alla mia famiglia e a chi ha creduto in me vorrei ringraziare Parma Quality Restaurants per aver cucinato a tutta la Nazionale in questa trasferta in Irlanda”.

Dopo diversi podi, finalmente, è arrivato l'oro anche per Alessia Berra, che ha dominato la finale dei 100m Delfino S12. “Volevo un altro colore ed eccolo qua, ieri argento e oggi oro - dice divertita Alessia - sono davvero soddisfatta per questo europeo, vorrei ringraziare di cuore tutte le persone che mi sono state accanto, dagli allenatori, alla società, ai compagni di squadra”. L'atleta lombarda in forza alla Polha Varese avanti fin dalle prime bracciate della finale mostra la volontà di andare sul gradino più alto del podio. Tocca la piastra al minuto 1'06”43, oro e record italiano, alle sue spalle la spagnola Delgrado Nadal (1'08”34) e la tedesca Krawzow (1'09”17).

Quattro gare e quattro ori per Carlotta Gilli. La forte atleta torinese ieri ha segnato il suo poker d'oro nella finale dei 50 Stile Libero S13, al termine del suo primo europeo con la Finp. “Quattro gare, quattro ori e due record del mondo, incredibile sono davvero felice - dice la campionessa - questa medaglia la voglio dedicare alla Federazione in special modo al CT Riccardo Vernole che mi ha dato fiducia e mi ha fatto conoscere questo fantastico mondo. Poi dedico i 100 dorso alla mia famiglia, mia mamma, mio papà e ai miei nonni, uno che mi segue dagli spalti e un altro che è scomparso un anno fa“. Partita a missile Carlotta non ha dato speranze alle rivali e tocca la piastra per prima andando vicina anche al suo record del mondo (26”67). Chiude in 26”90. Dietro di lei l'ucraina Stetsenko (27”83) e la spagnola Polo Lopez (28”63).

Le altre medaglie
Il veronese Stefano Raimondi con il super tempo di 51”99 ha vinto l'Argento nella finale dei 100 stile libero S10. Nuovo Record Italiano. L'oro e il record europeo vanno all'ucraino Krypak in 50”92, la medaglia di bronzo va all'altro ucraino Dubrov con il crono di 52”21. Sesto posto per Riccardo Menciotti che ferma il crono a 55”85, suo personal best. Un altro Bronzo per l'esordiente Salvatore Urso nella finale dei 100m Delfino S11. L'oro va allo spagnolo Oliver (1'05″44) e all'ucraino Smyrnov (1'07″68).

Dopo tre ori Federico Morlacchi vince il bronzo nella finale dei 100 rana SB8 con il crono di 1'12”29 migliora il suo record italiano. Vince l'oro il favorito, il ventenne spagnolo Salguero Galisteo (1'09”24), secondo l'olandese van Duuren (1'11”22). “Direi che va abbastanza bene, si fa sentire la stanchezza, questi giovanotti sono veramente bravi -sorride sereno Morlacchi - però questo ‘bronzino' ce lo portiamo a casa”. Bel quarto posto per Alessia Scortechini nella finale dei 100 stile libero S10. L'azzurra chiude in 1'02”51: “Ci ho provato dando il massimo, ma le energie sono finite. Ho fatto tutto quel che potevo fare, quindi va bene così, mi ritengo soddisfatta per come è andata”.

Oro azzurro nell'ultima gara
La serata non poteva concludersi in maniera migliore: oro nell'ultima gara la 4×100 mista maschile 34 punti. In principio i 4 staffettisti, Simone Barlaam, Stefano Raimondi, Federico Morlacchi e Federico Bicelli, con un crono di 4'13”79 avevano guadagnato l'argento, ma per un errore degli avversari (il quarto staffettista ucraino ha cominciato la frazione in stile con alcune bracciate a delfino) l'Ucraina è stata squalificata. Dopo il ricorso da parte dell'attento team Italy, tale squalifica viene ufficializzata portando così la compagine azzurra a salire sul podio più alto nell'ultima gara che chiude questi meravigliosi Europei di Dublino. E' festa grande, è festa italiana!

Bilancio positivo
L'Italia si porta a casa 74 medaglie e il secondo posto nel medagliere. Un numero impensabile fino a qualche anno fa. Basti pensare all'escalation percorsa negli anni. A Stoccolma 2001 l'Italia fece ritorno con 7 medaglie (2 argenti e 5 bronzi), Reykjavik 2009 con 6 medaglie ( 1 oro, un argento e 4 bronzi), Berlino 2011 con 9 medaglie (2 ori, 4 argenti e 3 bronzi). E poi ancora Eindhoven 2014 19 medaglie (11 ori, 2 argenti, 6 bronzi) e Funchal 2016 con 34 medaglie (13 ori, 10 argenti, 11 bronzi). Da non dimenticare poi il Campionato del Mondo a Città del Messico, un mondiale con il maggior numero di medaglie azzurre ben 38 ( 20 ori, 10 argenti e 8 bronzi). Numeri e risultati che sottolineano e mettono in evidenza l'eccellente preparazione di questi atleti ed il perfetto coordinamento da parte dei loro allenatori e dallo Staff Tecnico Nazionale composto dal CT Riccardo Vernole e dagli allenatori nazionali: Enzo Allocco, Federica Fornasiero, Enrico Testa, Matteo Poli e Massimiliano Tosin. “Un europeo – conclude il commissario tecnico Vernole – che rimarrà per sempre bella storia e nei ricordi di tutti noi sia per le medaglie vinte che per il tipo di coinvolgimento emotivo che c'è stato. Mi congratulo con tutti gli atleti per quanto fatto a livello di preparazione durante quest'anno. Un ringraziamento allo staff tecnico, allo staff medico. Alla Finp che lavora nel quotidiano con un'abnegazione senza confronti. Grazie Presidente, Segretario generale e componenti del Consiglio federale che mi avete dato sempre fiducia ed avete creduto a un progetto iniziato nel lontano 2009 (1 oro, 1 argento e 4 bronzi) e che ci ha portato a essere un esempio per le altre nazioni che sono rimaste stupite da quanto fatto in termini di medaglie ma soprattutto la forza della nostra squadra. Ora ci aspettano altre sfide, manca meno di un anno ai Mondiali 2019 e due a Tokyo 2020”. Bella Italia. Applausi.

Medagliere Italia Campionati europei di nuoto paralimpico Dublino 2018
Barlaam Simone: Oro 100m Stile Libero S9, Oro 50m Stile Libero S9, Oro 4x100m Stile Libero staffetta 34 punti, Oro 4x100m Misti staffetta 34 punti, Argento 100m Farfalla S9.
Bicelli Federico: Oro 100m Stile Libero S7, Oro 4x100m Misti staffetta 34 punti, Argento 100m Rana S7, Bronzo 50m Stile Libero S7.
Bocciardo Francesco: Oro 100m Rana SB4, Oro 200 metri Stile Libero S5, Oro Staffetta Mista 4x50m Stile Libero 20 punti, Argento 100m Stile Libero S5, Argento 50m Stile Libero S5.
Boni Vincenzo: Oro 200m Stile Libero S3, Oro 50m Rana S3, Oro 50m Stile Libero S3.
Fantin Antonio: Oro 100m Stile Libero S5, Oro 50m Stile Libero S5, Oro Staffetta Mista 4x50m Stile Libero 20 punti, Oro 4x100m Stile Libero staffetta 34 punti, Argento 200m Stile Libero S5, Argento 50m Rana S5.
Menciotti Riccardo: Oro 4x100m Stile Libero staffetta 34 punti, Bronzo 100m Rana S10, Bronzo 200m Misti SM10.
Morelli Efrem: Oro 50m Rana SB3, Argento 150m Misti SM4.
Morlacchi Federico: Oro 100m Farfalla S9, Oro 200m Misti SM9, Oro 400m Stile Libero S9, Oro 4x100m Misti staffetta 34 punti, Bronzo 100m Rana SB8, Bronzo 100m Stile Libero S9.
Raimondi Stefano: Oro 100m Rana SB9, Oro 4x100m Stile Libero staffetta 34 punti, Oro 4x100m Misti staffetta 34 punti, Argento 100m Rana S9, Argento 100m Stile Libero S10, Bronzo 100m Farfalla S10, Bronzo 400m Stile Libero S10, Bronzo 50m Stile Libero S10.
Ciampricotti Gioele: Argento 400m Stile Libero S8.
Dolfin Marco: Argento 100m Rana SB5.
Urso Salvatore: Argento 400m Stile Libero S11, Bronzo 100m Delfino S11, Bronzo Staffetta mista 4x100 Stile Libero a 49 punti.
Bettella Francesco: Bronzo 50m Rana S2.
Sottile Fabrizio: Bronzo Staffetta mista 4x100 Stile Libero a 49 punti.

Donne
Berra Alessia: Oro 100m Farfalla S12, Argento 100m Stile Libero S12, Argento 200m Misti SM12, Bronzo 100m Rana S12, Bronzo 50m Stile Libero S12, Bronzo Staffetta mista 4x100 Stile Libero a 49 punti.
Gilli Carlotta: Oro 100m Rana S13, Oro 100m Stile Libero S13, Oro 200m Misti S13, Oro 50m Stile Libero S13, Bronzo Staffetta mista 4x100 Stile Libero a 49 punti.
Ghiretti Giulia: Oro 50m Farfalla S5, Argento 100m Rana SB4.
Palazzo Xenia: Oro 200m Misti SM8, Oro 400m Stile Libero S8, Argento 50m Stile Libero S8.
Talamona Arianna: Oro Staffetta Mista 4x50m Stile Libero 20 punti.
Trimi Arjola: Oro 50m Rana SB3, Oro Staffetta Mista 4x50m Stile Libero 20 punti.
Boggioni Monica: Argento 200m Stile Libero S5, Argento 50m Stile Libero S5, Bronzo 50m Stile Libero S5.
Camellini Cecilia: Argento 100m Rana S11, Argento 400m Stile Libero S11.
Scortechini Alessia: Bronzo 50m Stile Libero S10.

© Riproduzione riservata