Lifestyle

Serie B: super Crotone, 4-1 al Foggia. Vincono anche Perugia e…

  • Abbonati
  • Accedi
Sport

Serie B: super Crotone, 4-1 al Foggia. Vincono anche Perugia e Pescara

  • –a cura di Datasport

Gol e spettacolo nella domenica della seconda giornata di Serie B. Vincono Pescara, Crotone e Perugia, rispettivamente contro Livorno, Foggia ed Ascoli, mentre finisce 2-2 tra Lecce e Salernitana. Clamoroso il successo dell'ex allenatore dei pugliesi Stroppa, che con i suoi pitagorici vince 4-1 allo Scida. Doppio successo per Pillon (2-0) e Nesta, che salgono a quota 4 all'inseguimento dell'unica capolista dopo 180 minuti, il Cittadella. Resta a -5 il Foggia, al primo ko stagionale. Salentini e granata a 2 punti.   Il match più spettacolare è quello dello Scida: Stroppa, allenatore dei pitagorici ma protagonista della promozione nel campionato cadetto del Foggia, non fa sconti e travolge la sua ex squadra con un perentorio 4-0. Apre Faraoni al 31', ripresa straordinaria per i calabresi, che nel giro di 15 minuti trovano, tra il 49' e il 64', le reti di Firenze, Nalini e Rohden. Ottima risposta dopo il ko contro il Cittadella per 3-0 dell'esordio, mentre i pugliesi, ancora a -5, durano soltanto un tempo: inutile la rete nel finale di Mazzeo. Prima vittoria per Nesta, che con il suo Perugia batte 2-0 l'Ascoli grazie alla doppietta del solito Luca Vido, che dopo il rigore al 94' di Brescia regala il primo successo agli umbri, capaci di resistere nonostante l'espulsione di Michael al 66'.   Finisce 2-1 all'Adriatico: il Pescara gioisce grazie a due gol su rigore messi a segno nella ripresa da Andrea Cocco, che batte due volte dal dischetto Mazzoni dopo che a fallire dagli undici metri era stato Giannetti, per il Livorno, nel primo tempo. Inutile la rete di Porcino al 68'. Pari e spettacolo, invece, al Via del Mare: Lecce e Salernitana non vanno oltre il 2-2, ma il bicchiere è mezzo pieno per i granata, capaci di rimontare due volte i giallorossi. Salentini avanti con la rovesciata di Mancosu dopo appena 4 minuti. Nella ripresa, Colantuono estrae il jolly dal mazzo: Riccardo Bocalon. L'ex Alessandria pareggia di testa al 72', ma gli uomini di Liverani tornano nuovamente in vantagggio dopo la splendida punizione di Falco. Al 90', però, la Salernitana trova il 2-2 con un tocco sotto di Castiglia dopo un'incomprensione della difesa giallorossa (protezione del pallone al limite del fallo proprio di Bocalon). Seconda rimonta subita, dopo quella di Benevento, per il Lecce, che sale a quota 2 insieme ai granata.