Italia

Salvini: dubbi dei mercati? Manterremo impegni con gli italiani

  • Abbonati
  • Accedi
il ministro a radio24: in contatto con italiani in libia

Salvini: dubbi dei mercati? Manterremo impegni con gli italiani

«Dubbi dei Mercati? Saremo compresi dai fatti. Mi stupisce che non si apprezzi il fatto che manteniamo gli impegni espressi in campagna elettorale». Lo ha detto stamane il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ai microfoni di Radio 24. «In passato il Pd ha fatto quello che diceva l'Europa e gli italiani non stanno meglio e c'è più debito - ha continuato, io voglio fare spesa utile, spero che rientri nei canoni europei».

GUARDA IL VIDEO: Concorrenza, dall'energia ai servizi le riforme al palo

Salvini ha parlato anche di migranti, manovra e della situazione in Libia: «Sono in contatto diretto con i nostri uomini: militari, diplomatici, addetti dell'Eni che in Libia vivono rischi portati da un intervento militare senza senso», ha assicurato.

Concorrenza, dallenergia ai servizi le riforme al palo

Flat tax, nella manovra un primo passo
In vista delle riunioni per la legge di bilancio, Salvini spiega di non poter «pretendere che l'anno prossimo tutti paghino il 15% di tasse», ma assicura che «nella manovra ci sarà un primo passo e tanti italiani, tanti artigiani e tanti professionisti pagheranno meno tasse».

Lega? Nessun nuovo partito
Il vicepremier ha poi ribadito che «da noi non nasce nessun nuovo partito: questi divertimenti li lascio al Pd, di congressi, di cambio di nomi. Io parlo di asili nido, di quello che serve alla gente».

Migranti, presto accordi per espulsioni
Sul fronte migranti, il ministro dell’Interno ha fatto sapere che «entro settembre ci saranno nuovi accordo con i paesi di provenienza» per agevolare le espulsioni, «lo stiamo facendo da quando mi sono insediato», ha sottolineato.  «Non sono di mia competenza gli avvicendamenti alla Guardia Costiera, non mi occupo di questa materia - ha quindi precisato -, a leggere i giornali faccio tutto io». E facendo un bilancio, ha detto che «l’anno scorso al 3 settembre erano sbarcate 100mila persone, quest’anno siamo a 19mila. Le Ong sono sparite, sarà fortuna...Per me qualcosa s'è fatto».

Cambio in autostrade? Non devo soldi a nessuno
«Il bello è che mi alzo la mattina, faccio politica in totale indipendenza economica, non devo soldi a nessuno. Nel settore autostrade chi ha i morti sulla coscienza deve pagare», ha detto poi Salvini. E, parlando di grandi opere, ha ricordato che «su Tap e Tav, nel Contratto (di governo, ndr), si dice che bisogna fare un’analisi costi benefici», lo faremo senza problemi».

© Riproduzione riservata