Italia

Medicina, test per 67mila matricole: le regole d’oro per…

  • Abbonati
  • Accedi
università

Medicina, test per 67mila matricole: le regole d’oro per non sbagliare

È tempo di test per le matricole che puntano ad entrare nelle facoltà a numero chiuso. I primi a mettersi in gioco saranno gli oltre 67mila ragazzi che hanno presentato domanda per la prova di medicina e odontoiatria, in leggero aumento rispetto ai 66.907 nel 2017. Le selezioni si svolgono il 4 settembre in tutta Italia nelle sedi di 42 atenei.
Anche i posti disponibili per l’anno accademico 2018/19 sono in leggero aumento: 9.779 saranno gli ammessi a medicina rispetto ai 9.100 dello scorso anno e 1.096 entreranno ad odontoiatria (erano 908 nel 2017/18).
La concorrenza resta comunque agguerrita, con sei candidati per ogni posto in palio.

In tutto sono oltre ottantamila - 83.127 per la precisione in base ai dati diffusi dal ministero dell’Istruzione e dell’Università - gli iscritti alle prove dei corsi a numero chiuso considerando anche chi tenterà di entrare ad architettura e a veterinaria per l’anno accademico 2018/2019 . Le iscrizioni si sono chiuse alle 15.00 del 24 luglio scorso.

Ecco i consigli last minute e gli errori da evitare messi a punto da Alphatest, tra le società leader nella preparazione dei ragazzi alle prove di selezione.

Prima della prova: i controlli dell’ultima ora
1) Controllare dove si trova la sede d’esame (che è nell’ateneo indicato come prima scelta all’atto dell’iscrizione) e calcolare il tempo per arrivare in tempo
2) Verificare che il documento di identità sia valido. Si possono portare passaporto o carta di identità (non sempre la patente di guida è accettata dalle commissioni)

Cosa portare il giorno della prova
1) Un documento di identità valido
2) La ricevuta di iscrizione online al test di ammissione
3) La ricevuta di pagamento di iscrizione al test. Per chiarire questo aspetto conviene leggere il bando di concorso dell’università presso la quale ci si è iscritti
4) Un orologio analogico (che quindi possa superare i controlli): necessario per tenere d’occhio il tempo durante il compito
5) In aula non possono entrare telefoni cellulari, palmari, smartwatch, calcolatrici, libri di testo e (ovviamente) biglietti/appunti

GUARDA IL VIDEO / Test di Medicina, le regole d’oro per non sbagliare »

Le regole d’oro durante gli esami
1) Partire dalla materia in cui si è più forti
2) Dedicare mediamente non più di 100 secondi a domanda, al massimo 2 minuti per quelle che richiedono calcoli o ragionamenti
3) Il calcolo del punteggio assegna 1,5 punti alle risposte giuste, -0,4 a quelle sbagliate e zero punti per quelle omesse: la statistica suggerisce di non rispondere se si è incerti fra tutte le alternative, cioè se non si riesce a escluderne nessuna. Se, come spesso accade, si è incerti fra due o tre alternative, conviene decisamente rispondere a caso scegliendone una
5) Come compilare la scheda delle risposte: mettere una X sull’alternativa che si è scelta. Si può fare una sola correzione a domanda: in questo caso bisogna annerire completamente l’alternativa errata e mettere la X su quella definitiva
6) La scheda anagrafica va compilata e firmata
7) Il foglio delle risposte, invece, deve essere anonimo: non va assolutamente firmato o segnato in alcun modo. Vi dovranno essere riportate solo le risposte alle domande

Cosa non dimenticare alla fine della prova
Prima di consegnare il compito ogni studente, seguendo le indicazioni della commissione, preleverà da un’apposita postazione una coppia di etichette recanti un codice. Ecco cosa dovrà fare.
1) Verificare che su entrambe le etichette sia riportato lo stesso codice
2) Apporre un’etichetta sulla scheda anagrafica e una sul foglio delle risposte. Sarà quello il codice identificativo del compito, in base al quale verrà stilata la graduatoria
3) Firmare in calce alla scheda anagrafica la “dichiarazione di veridicità dei dati anagrafici e di corrispondenza dei codici delle etichette applicate alla scheda anagrafica e al modulo delle risposte”.
4) Inserire la scheda anagrafica compilata nell’apposito contenitore
5) Inserire il modulo delle risposte nell’apposito contenitore predisposto dalla commissione e distinto da quello che raccoglie le schede anagrafiche

Le date delle altre prove di ingresso
Il calendario delle prove di accesso al numero chiuso non si esaurisce con medicina e odontoiatria. Mercoledì 5 settembre sarà la volta di medicina veterinaria, il 6 settembre toccherà agli aspiranti architetti, il 12 settembre sarà la volta delle professioni sanitarie, il 13 medicina e odontoiatria in inglese, il 14 settembre scienze della formazione primaria.

A chiudere la tornata di test sarà la prova relativa alla laurea magistrale delle professioni sanitarie prevista per il 26 ottobre.

© Riproduzione riservata