Italia

Roma, cadono frammenti di mura dal “Passetto” tra Castel…

  • Abbonati
  • Accedi
sul posto i vigili del fuoco

Roma, cadono frammenti di mura dal “Passetto” tra Castel Sant’Angelo e Vaticano

Si staccano frammenti dalle mura del “Passetto” di Borgo, il camminamento che a Roma collega Castel Sant'Angelo al Vaticano. È accaduto stamattina intorno alle 8.30 all’altezza del palazzo della Rai. Sul posto polizia locale e vigili del fuoco, che hanno transennato l’area e deviato il traffico. Secondo quanto riferito dai pompieri, il distacco ha interessato parti di tufo. I vigili del fuoco hanno rimosso alcune parti in «imminente pericolo di caduta» e poi, a scopo precauzionale, hanno interdetto l’area sottostante al passaggio pedonale.

Il celebre passaggio che collega il castello ai Palazzi Vaticani, lungo circa 800 metri, è stato utilizzato nel corso dei secoli per facilitare il passaggio del Papa ai propri appartamenti privati, ma soprattutto per garantire una via di fuga in caso di pericolo. Poco meno di una settimana fa nella Capitale era crollata gran parte della volta della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami a Roma, nei pressi del Foro, in pieno centro.

Il nodo manutenzione
Episodi come questi rimettono ovviamente al centro il tema della (mancata) manutenzione e di quanto i continui restauri abbiano fatto la differenza, soprattutto a Roma. In un’intervista rilasciata al Sole24ore.com in occasione del crollo del viadotto Morandi a Genova, Alessandro Pintucci, presidente della Confederazione italiana archeologi (Cia), aveva citato proprio le mura aureliane di Roma, «su cui hanno messo le mani decine di imperatori medievali, perché intervenire sulle mura significava in qualche modo essere l’erede, il discendente degli imperatori». «Quando abbiamo smesso di metterci mano - ha detto Pintucci - le povere mura aureliane sono crollate. Non a caso».

© Riproduzione riservata