Italia

Enti locali, in calo le minacce agli amministratori locali

  • Abbonati
  • Accedi
i dati del viminale

Enti locali, in calo le minacce agli amministratori locali

Nel primo semestre di quest'anno le denunce per minacce o violenza nei confronti di amministratori locali sono state 309, contro i 342 casi dello stesso periodo dell'anno scorso. «Speriamo di chiudere l'anno sotto quota 600». Sono i dati forniti dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, che oggi insieme al presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, e al presidente dell'Unione province italiane Achille Variati, presentando al Viminale l'insediamento dell'Osservatorio per gli atti intimidatori contro gli amministratori locali.

«Benché i dati siano in calo, non possiamo sapere - ha detto Decaro - quanti amministratori non stiano reagendo o denunciando. I dati, tra l'altro, sono ormai distribuiti su tutto il paese, non riguardano solo il Sud: lo scorso anno la Lombardia era al primo posto, e quest'anno è al secondo. Al ministero è stata chiesta una norma per creare un piccolo fondo «che serva per risarcire i sindaci delle perdite quando subiscono danni alle proprie case o viene loro incendiata l'auto». Occorre lavorare, secondo Variati, «per combattere la solitudine dei sindaci, attivando un dialogo con gli amministratori e alimentando una cultura della legalità».

© Riproduzione riservata