Italia

Lusso nelle mani, atelier aperti: si apre il Grand Tour della moda

  • Abbonati
  • Accedi
how to spend it

Lusso nelle mani, atelier aperti: si apre il Grand Tour della moda

Milano Moda Donna è alle porte. Anche quest'anno il capoluogo lombardo ribadisce la sua centralità nel sistema moda e tessile italiano. Fra fiere, sfilate, eventi e presentazioni, il mese di settembre è diventato ormai un appuntamento irrinunciabile del settore. In questo scenario, il nuovo numero di How To Spend It, in edicola il 7 settembre con il quotidiano Il Sole 24 Ore, punta l'attenzione sul saper fare, sulla manifattura, l'artigianalità e la produzione di pregio.
Per cominciare, i servizi che fotografano e interpretano le nuove tendenze di stagione (compreso il pezzo unico, maschile-femminile). Poi, l'ingresso in anteprima in alcuni degli atelier e laboratori di più solida tradizione nella pelletteria e nell'abbigliamento.

Racconta Antoine Arnault, figlio quarantenne di Bernard, direttore generale di Berluti e presidente di Loro Piana: “Il lusso sono i gesti. Gli atelier sono luoghi patrimonio, a modo loro, dell'umanità dove si tramandano saperi preziosi”. Grazie alle Journés particulières dal 12 al 14 ottobre sarà possibile entrare in 76 atelier e manifatture per guardare da vicino come nasce un oggetto di lusso, osservando gli artigiani al lavoro e il valore di ogni singolo gesto, “la meticolosità dei passaggi, il tempo necessario ad apprenderli e trasmetterli”. Un valore che è anche orgoglio e savoir faire legato al territorio: in Italia sono 11 i brand visitabili dietro le quinte: da Loro Piana a Pucci, da Fendi a Bulgari.

Se il lusso è fatto di storia e unicità, su questo l'Italia e il made in Italy non hanno pari. Lo scrive Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, firma storica di How to Spend it, raccontando il suo incontro con la principessa Olimpia Torlonia e la sua collezione di gioielli Bulgari, una maison che s'inscrive nella storia di Roma: «Viaggio spesso per lavoro, percorro in breve tempo lunghe distanze per visitare musei, mostre e fiere di arte contemporanea in tutto il mondo. Ma arrivare a Roma è sempre diverso. Senza la luce di questa città, la sua architettura come fonte inesauribile di ispirazione, questi capolavori non sarebbero potuti esistere». Proprio alcuni di questi gioielli, insieme a quelli appartenuti a Elisabeth Taylor, Anna Magnani, Ingrid Bergman, Gina Lollobrigida saranno in mostra a Mosca, nel complesso dei Musei del Cremlino dal 7 settembre.

Che l'eccellenza si costruisca con le mani lo sosteneva già un maestro del design e dell'architettura italiana, Gio Ponti. Parigi gli dedicherà a ottobre una grande mostra, mentre How to Spend it ha seguito l'ultima tappa della sua celebre Mano della Fattucchiera: un semplice guanto da lavoro che diventa icona e statua, alta 4 metri e installata all'interno della falegnameria Cassina, a ricordare che l'industrializzazione non esclude l'abilità artigianale e la valorizzazione della creatività e dell'apporto individuale.

Non può mancare un focus sul collezionismo. In questo numero, How to Spend it indaga non “il classico investimento”, ma gli investimenti in musica classica. Anziché puntare su dipinti e sculture, c'è una nuova, sofisticata tendenza nel mondo del mecenatismo artistico che commissiona progetti musicali, composizioni realizzate su misura e in modo personalizzato, eseguite su richiesta. Un'inchiesta sulle principali società e i broker che connettono musicisti, compositori con i collezionisti interessati a questo nuovo mercato artistico.

Arte, viaggi e destinazioni da sogno, e l'immancabile appuntamento con il benessere e la cura di sé. Sul numero di settembre, How To Spend It sperimenta, a “cinquesensi”, - dal nome della rubrica che ogni mese vaglia le migliori esperienze multisensoriali, testate in diretta - una terapia per favorire il sonno completamente naturale. E poi esplora la nuova frontiera del “pro-age”, dove il tempo è un alleato e la longevità un obiettivo.

Il nuovo numero di Settembre di How to Spend It è in edicola con Il Sole 24 Ore a partire da venerdì 7 settembre 2018.

© Riproduzione riservata