Italia

Torino ricorda Marchionne. Elkann commosso: «Sei stato un…

  • Abbonati
  • Accedi
la commemorazione

Torino ricorda Marchionne. Elkann commosso: «Sei stato un amico»

Big dell’economia e della città, ma anche delegazioni di lavoratori alla messa celebrata oggi nel Duomo di Torino dall'arcivescovo Nosiglia per ricordare l’ex amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, scomparso il 25 luglio.
Presenti in chiesa, oltre alla sua compagna Manuela Battezzato e a parenti e amici arrivati dall’Abruzzo, i manager Fca, Ferrari e Cnh Industrial, insieme a tutte le prime linee dirigenziali delle società e rappresentanze degli operai di tutti gli stabilimenti delle società controllate da Exor.

GUARDA IL VIDEO / Marchionne: l'uomo, l'auto, l'industria

Oltre a John Elkann, presidente di Exor, Fca e Ferrari, presenti in Duomo i successori di Marchionne, l'amministratore delegato di Fca, Michael Manley, l'amministratore delegato di Ferrari, Louis Camilleri, e la presidente di Cnh Industrial, Suzanne Heywood.

Presenti anche il presidente della Juventus Andrea Agnelli, il vicepresidente Pavel Nedved, l'allenatore Massimiliano Allegri e il capitano Giorgio Chiellini. Folta la rappresentanza del mondo economico e finanziario: l'ad di Unicredit, Jean Pierre Mustier, il presidente di Brembo, Alberto Bombassei, Marco Tronchetti Provera, Gabriele Galateri con la moglie Evelina Christillin, Carlo De Benedetti, il presidente della Fia, Jean Todt. Ci sono gli ex di Fca Luca De Meo e Alfredo Altavilla e uomini vicini alla famiglia Agnelli-Elkann, come Gianluigi Gabetti e Franzo Grande Stevens. Per la Regione il presidente Sergio Chiamparino e l'assessora Giuseppina De Santis, la sindaca Chiara Appendino per la Città. In chiesa anche gli ex premier Matteo Renzi e Mario Monti.

Mons. Nosiglia ha detto che da Marchionne « è venuto lo sprone a non perdere la speranza, e Torino ne ha bisogno per scuotersi dalla rassegnazione». «Hai insegnato a tutti noi a pensare diversamente. Ad avere il coraggio di cambiare, e di fare. A non aver paura. Caro amico, va' in pace», ha detto John Elkann, commosso, rivolgendosi idealmente direttamente a Marchionne.

© Riproduzione riservata