Italia

Dossier Pensioni, tasse, reddito di cittadinanza: il testo del Def

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 20 articoliDOSSIER / Manovra 2019

Pensioni, tasse, reddito di cittadinanza: il testo del Def

  • – di Redazione online

Reddito di cittadinanza da aprile e pensioni di cittadinanza da gennaio 2019 insieme a quota 100, con un minimo di 62 anni di età e 38 anni di contribuzione per anticipare l’uscita dal lavoro. Anche se resta l’ipotesi di un mini-slittamento nella nuova anzianità pensionistica di qualche mese. La Nota di aggiornamento al Def trasmessa al Parlamento conferma, come hanno sottolineato Luigi Di Maio e Matteo Salvini, gli impegni presi in campagna elettorale da M5S e Lega.

GUARDA IL VIDEO - Def, ci sono 16 miliardi per reddito di cittadinanza e pensioni

VAI ALLA NOTA DI AGGIORNAMENTO DEL DEF

Il costo del doppio intervento, reso possibile il prossimo anno dai nuovi spazi di flessibilità su cui conta l'Esecutivo posizionando al 2,4% l'asticella del deficit, si aggira attorno ai 16 miliardi.

VAI ALLA RELAZIONE AL PARLAMENTO SUL DEF

Tra i principali contenuti ci sono anche un primo avvio della flat tax per oltre un milione di partite Iva ma anche una nuova rottamazione delle cartelle e un fondo da 1,5 miliardi per i truffati delle banche. In più vanno aggiunti 12,5 miliardi per la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia sull’Iva (ossia per evitarne l’aumento). Ecco i punti principali

GUARDA IL VIDEO / Perché è sbagliato aumentare il deficit per spingere l'economia

1) REDDITO DI CITTADINANZA, 9 MILIARDI: arriva un primo assaggio da 10 miliardi del reddito di cittadinanza e delle pensione di cittadinanza. Secondo i calcoli del M5s riguarderà 6,5 milioni di persone che ora sono sotto la soglia di povertà. C'è anche il via libera alle pensioni di cittadinanza, che fissa una soglia di 780 euro per le pensioni minime. Si parte sicuramente da un rafforzamento dei centri per l’impiego.

PER APPROFONDIRE:

Reddito di cittadinanza, come funziona e chi potrà riceverlo

2) ALIQUOTA AL 15% PER OLTRE 1 MILIONE DI PARTITE IVA, 2 MILIARDI : La flat tax comincerà dalle piccole imprese. Per loro è in arrivo un prelievo fisso del 15%. Il Governo lavora all'estensione dei forfettari fino a una soglia di ricavi o compensi (a seconda che si tratti di mini-imprese o lavoratori autonomi) fino a 65mila euro di ricavi. Un'operazione che quindi punta ad ampliare l'area dell'attuale tassazione “secca” per le piccole attività economiche. E, secondo le stime diffuse nella giornata di mercoledì 2 ottobre da fonti della Lega e riportate dall'agenzia di stampa Radiocor Plus, la riforma in arrivo dovrebbe permettere a un milione e mezzo di partite Iva di risparmiare 10mila euro l'anno.

PER APPROFONDIRE:

Partite Iva, la flat tax al 15% si estende fino a 65mila euro di ricavi

3) SUPERAMENTO FORNERO E LAVORO GIOVANI, 7 MILIARDI: I sondaggi dicono che è il tema più atteso della manovra e sia Lega sia M5s puntano ad intestarsi la misura. La possibilità di andare in pensione anticipatamente - attraverso un meccanismo di quota 100 - riguarderà almeno 400 mila persone e - secondo i partiti di maggioranza - si tradurrà in altrettanti posti di lavoro per i giovani.

La quota 100 tra età e contributi per andare in pensione nel 2019 dovrebbe avere un doppio paletto con l’età minima a 62 anni e i contributi a 38 anni. Allo studio anche la possibilità di bloccare l'aumento
dell'aspettativa di vita di 5 mesi per le pensioni anticipate previsto per il 2019. In pratica quindi nel 2019 si potrà continuare ad andare in pensione indipendentemente dall'età avendo 42 anni e 10 mesi di contributi (41 e 3 mesi per le donne) invece che 43 anni e 3 mesi.

PER APPROFONDIRE:

Pensioni, quota 100 solo con 38 anni di contributi

4) TRUFFATI BANCHE, AUMENTANO I RISARCIMENTI, 1,5 MILIARDI: Aumentano i fondi per i “truffati dalle banche”. Inizialmente si ipotizzava un fondo di 500 milioni, ieri il vicepremier Di Maio ha parlato di un miliardo: si sarebbe arrivati a trovare 1,5 miliardi per un fondo ad hoc alimentato dai conti dormienti.

PER APPROFONDIRE:

Banche, ai risparmiatori truffati un fondo rimborsi da 1,5 miliardi

5) ARRIVA LA PACE FISCALE, NUOVA ROTTAMAZIONE: L'accordo di governo contiene anche il provvedimento per la cosiddetta “pace fiscale” che prevede la chiusura delle cartelle Equitalia e che avrà un impatto una tantum sui conti. Il tetto della pace fiscale dovrebbe essere 500 mila euro.

PER APPROFONDIRE:

Pace fiscale in due tempi, rottamazione con rate più lunghe

© Riproduzione riservata