Italia

Il 13 ottobre la Giornata dell’arte contemporanea: quest’anno…

  • Abbonati
  • Accedi
L’INIZIATIVA

Il 13 ottobre la Giornata dell’arte contemporanea: quest’anno ci sarà una vetrina all’estero

L’artista Marcello Maloberti ha realizzato per la Quattordicesima Giornata del Contemporaneo l’opera Medusa: un ragazzo africano – a torso nudo ma con il volto celato da un casco da motociclista ricoperto di conchiglie – guarda fisso negli occhi attraverso la fessura
L’artista Marcello Maloberti ha realizzato per la Quattordicesima Giornata del Contemporaneo l’opera Medusa: un ragazzo africano – a torso nudo ma con il volto celato da un casco da motociclista ricoperto di conchiglie – guarda fisso negli occhi attraverso la fessura

Un palcoscenico per far conoscere l’arte contemporanea italiana. Una vetrina che per la prima volta si sviluppa anche grazie a un’ottantina di spazi espositivi all’estero. Sabato 13 ottobre, nell’ambito della quattordicesima edizione della Giornata del contemporaneo, organizzata dall’Amaci (Associazione dei musei d’arte contemporanea italiani), 900 tra musei e collezioni d’arte aderenti all’iniziativa, in tutta Italia, apriranno gratuitamente al pubblico, per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze.

80 iniziative di promozione dell’arte contemporanea all’estero
Il tutto nella settimana che vede la rete del ministero degli Affari esteri - ambasciate, consolati e istituti italiani di cultura - impegnata nella promozione dell’arte contemporanea italiana fuori dai confini nazionali. In occasione della Giornata del contemporaneo, in particolare, le sedi diplomatiche organizzeranno oltre 80 eventi d’arte contemporanea italiana tra mostre, performance, installazioni, incontri, dibattiti e presentazioni, in altrettanti luoghi del mondo. È la prima volta che questa iniziativa viene promossa anche all’estero.

Medusa vista con gli occhi di Maloberti
Anche quest’anno, come nelle edizioni passate, è stata affidata a un artista la realizzazione dell’immagine guida dell’iniziativa. Dopo Michelangelo Pistoletto (2006), Maurizio Cattelan (2007), Paola Pivi (2008), Luigi Ontani (2009), Stefano Arienti (2010), Giulio Paolini (2011), Francesco Vezzoli (2012), Marzia Migliora (2013), Adrian Paci (2014), Alfredo Pirri (2015), Emilio Isgrò (2016) e Liliana Moro (2017), quest’anno la scelta è caduta su Marcello Maloberti, che ha realizzato per l’occasione l’opera “Medusa”: un ragazzo africano – a torso nudo ma con il volto celato da un casco da motociclista ricoperto di conchiglie – guarda fisso negli occhi attraverso una fessura.

Circa 200mila visitatori nelle ultime edizioni
Negli anni la Giornata del contemporaneo ha registrato una crescita sia dal punto di vista dei musei e luoghi espositivi (dai 207 del 2005 ai 937; 1.100 eventi del 2017) sia dal punto di vista del riscontro di pubblico (dai 97mila visitatori delle prime edizioni ai circa 200mila delle ultime). L’elenco delle iniziative può essere consultato presso il sito dell’Amaci (www.amaci.org).

© Riproduzione riservata