Italia

Def, al Senato per la maggioranza solo 8 voti in più del quorum

  • Abbonati
  • Accedi
il voto sul pareggio di bilancio

Def, al Senato per la maggioranza solo 8 voti in più del quorum

Due votazioni distinte di cui una a maggioranza assoluta. Sarà questo il percorso procedurale necessario a far sì che il Senato approvi la nota di aggiornamento al Def. L'Aula di Palazzo Madama, ma successivamente anche quella di Montecitorio, dovrà infatti approvare a maggioranza assoluta l'autorizzazione all'aggiornamento del piano di rientro (in pratica il rinvio del pareggio di bilancio) e poi, a maggioranza semplice, la risoluzione di maggioranza. In Senato, dove è già iniziato l'esame, entrambi i documenti dovranno essere presentati entro la fine della discussione generale. L'esame a Palazzo Madama si dovrebbe concludere con il voto, intorno alle 17,30.

I senatori sono in totale 320, compresi sei senatori a vita. Dai gruppi gialloverdi sarebbe arrivato, secondo indiscrezioni, un alert per garantire la presenza completa in Aula al momento delle votazioni alle risoluzioni alla Nota di aggiornamento al Def. Lo scarto tra le forze politiche che sostengono il governo e le opposizioni potrebbe essere, sempre stando ai conti della maggioranza, solo di 9 voti. M5S e Lega infatti insieme contano al Senato 167 parlamentari, a cui vanno aggiunti due senatori eletti all'estero del Maie che a giugno hanno votato la fiducia al governo. Numeri alla mano i voti a favore della Nota di aggiornamento sulla carta oggi potrebbero arrivare a quota 169 contro i 171 ottenuti dall'esecutivo al momento dell’insediamento grazie anche al sostegno degli ex pentastellati Maurizio Buccarella e Carlo Martelli, ora nel Misto, che non è escluso che anche oggi decidano di votare con la maggioranza.

Tria: nel 2019 manovra da 37 miliardi. Tagli per 6,9 miliardi


Avvio di reddito e pensione di cittadinanza, riforma e rafforzamento dei centri per l'impiego, introduzione della cosiddetta “quota 100” nell'ambito di un superamento delle “rigidità di accesso al pensionamento” previste dalla legge Fornero. Sono alcuni dei capisaldi del programma M5S-Lega contenuti nella risoluzione che la maggioranza ha presentato in Senato alla Nota di aggiornamento al Def.

© Riproduzione riservata