Italia

Tria a Mnuchin: «Determinati a ridurre rapporto debito-Pil»

  • Abbonati
  • Accedi
l’assemblea Fmi/Banca Mondiale a Bali

Tria a Mnuchin: «Determinati a ridurre rapporto debito-Pil»

L’Italia è determinata a «proseguire sul sentiero della riduzione del rapporto
debito/Pil»
: è la rassicurazione del ministro dell'Economia e delle Finanze Giovanni Tria al segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, incontrato questa mattina in un bilaterale a Bali, in Indonesia, a margine dei lavori delle assemblee annuali del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale. Tria, si legge in una nota diffusa dal Tesoro, «ha illustrato lo spirito e i contenuti della manovra di bilancio per il 2019, mirata al rafforzamento della crescita economica italiana».

Sì al dialogo con la Ue e al rafforzamento dell’euro
Tria ha illustrato al collega statunitense «l'intenzione di continuare il dialogo costruttivo con la Commissione europea e i paesi membri dell'eurozona» e « la volontà di avere un ruolo attivo e positivo nel processo di rafforzamento dell'euro e dell'Unione europea». Mnuchin, da parte sua, ha confermato a Tria che non è un interesse degli Stati Uniti una destabilizzazione dell'euro e dell'Europa attraverso una crisi italiana. Mnuchin e Tria hanno poi condiviso la necessità che siano abbassati i toni nel dialogo con l'Europa. Il ministro, interpellato dai cronisti prima dell'incontro con Mnuchin se avesse preoccupazioni per la reazione dei mercati alla manovra in cantiere, ha risposto con un'espressione del viso che significava diniego. Tria ha poi impegnato la mattinata indonesiana per gli incontri dei ministri e dei governatori del G20.

Politiche fiscali, Thomsen (Fmi): non è il momento di rilassarsi
Delle scelte di politica economica dell’Italia ha parlato anche il responsabile del Dipartimento Europa del Fondo Monetario internazionale, Poul Thomsen,per il quale questo «non è il momento di rilassarsi sulle politiche fiscali». «Siamo d'accordo con la Commissione europea, l'Italia deve rispettare le regole», ha aggiunto il funzionario dell'istituzione di Washington guidata da Christine Lagarde, e «l'Italia avrebbe dovuto fare più aggiustamenti fiscali nel passato».

Giudizio negativo sulla manovra italiana
Il giudizio sulla manovra che il ministro Tria stamani ha illustrato a Mnuchin a margine degli incontri del G20 è quindi negativo. Il budget italiano «va in direzione opposta ai suggerimenti del Fondo», ha sottolineato ancora Thomsen ricordando che per l'Italia si prevede una crescita moderata l'anno prossimo, secondo le stime contenute nel World Economic Outlook. Per Thomsen una deviazione dagli obiettivi di riduzione del deficit di una tale ampiezza «non è corretto». L'esponente del Fondo è però convinto che l'Eurozona abbia gli strumenti giusti per evitare un rischio contagio e tornando sulla manovra italiana e sul mancato rispetto delle regole ha fatto riferimento alla reazione dei mercati «indicativa di quanto detto finora».

© Riproduzione riservata