Tecnologia

Ibm punta a crescere sul cloud: acquista Red Hat (Linux) per 34…

  • Abbonati
  • Accedi
Servizio |hi-tech

Ibm punta a crescere sul cloud: acquista Red Hat (Linux) per 34 miliardi $

Ibm scommette su uno dei settori a più alta crescita e con maggiore ritorno con una maxi acquisizione nel cloud. Big Blue ha annunciato di aver chiuso l’acquisizione di Red Hat, il principale distributore di Linux, attivo nel cloud ibrido, per 34 miliardi di dollari in equity e debito.

Di fronte al rallentamento del software e della domanda per i server mainframe, il Ceo Ginni Rometty ha accelerato nella strategia di ampliare l’offerta dei servizi software su abbonamento.

«L’acquisizione di Red Hat è un’operazione che cambia il mercato.... Ibm diventerà il numero uno mondiale tra i provider di cloud ibrido, offrendo l’unica soluzione di open cloud che permetterà alle aziende di sfruttare tutto il valore del cloud per il loro business», ha commentato Rometty in un comunicato.

Per Ibm si tratta della più grossa acquisizione della sua storia, che le permetterà di fare un salto di qualità nella concorrenza con Azure di Microsoft, Google Cloud e Aws di Amazon nel cloud. Con una capitalizzazione di mercato pari a 114 miliardi di dollari, Ibm pagherà 190 dollari ad azione in contanti per Red Hat, con un premio del 62% rispetto alla chiusura di venerdì.

I titoli di Ibm hanno lasciato sul terreno circa un terzo del loro valore negli ultimi cinque anni, mentre nello stesso periodo le azioni Red Hat hanno guadagnato il 170 per cento.

L’operazione è condizionata all’approvazione da parte degli azionisti di Red Hat e, se tutto filerà liscio, sarà completata nella seconda metà del 2019.
Nata nel ’93, Red Hat è il maggior distributore di software open source basato su Linux: sei anni fa è stato il primo provider open source a superare un miliardo di dollari di fatturato.

Il presidente e Ceo Jim Whitehurst ha spiegato che l’integrazione con Ibm permetterà alla sua società di raggiungere un’audience ben più vasta, assicurando allo stesso tempo che Big Blue garantirà “l'indiscutibile impegno all'innovazione open source”.

© Riproduzione riservata