Motori24

Dossier Rally di Spagna Wrc 2018, torna la leggenda Loeb-Elena. Ogier in…

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 76 articoliSpeciale Motorsport, il mondo delle gare tra adrenalina e innovazione

Rally di Spagna Wrc 2018, torna la leggenda Loeb-Elena. Ogier in testa al campionato

Che gara! Il Rally di Spagna 2018 ha fatto vivere quattro giorni di adrenalina continua: grandi campioni che si sono alternati nella conquista delle prove speciali con tempi sempre più bassi. Alla fine, Sébastien Loeb e Daniel Elena hanno conquistato la 79esima vittoria della loro incredibile carriera nel Wrc e la prima della stagione del team Citroën.
Secondo posto per il campione in carica Ogier su Ford Fiesta Wrc che passa nella classifica piloti Neuville su Hyundai i20 Wrc, il quale in terra spagnola ha avuto qualche problema non andando oltre la quarta posizione. Terzo Evan, anche lui su Ford Fiesta M-Sport. A chiudere la top 5, lo spagnolo Dani Sordo su Hyundai i20 Wrc che ha anche vinto una prova speciale nella giornata di sabato.

Da sottolineare anche la prestazione di alto livello del giovane Kalle Rovanperä su Skoda R5 che ha conquistato il Wrc2. A questo si aggiunge anche un buon debutto della Volkswagen Polo GTi R5 che ha dimostrato un alto livello di competitività sia su asfalto che su terra. A permetterle di raggiungere questo risultato, un pilota di grande esperienza come Peter Solberg. La Polo GTi R5, insieme ad altre unità, è un'auto destinata ai clienti e già nelle prossime settimane verranno consegnate ai fortunati in Sud America ed Europa.

Tutta questione di scelte
Ma tornando alla vittoria di Loeb-Elena, l'equipaggio ha mostrato un'ottima forma. Dopo un avvio di giovedì poco entusiasmante, sono stati autori di una gara magistrale, non ultimo nella coraggiosa scelta degli pneumatici, seguita da una prestazione di alto livello nelle ultime quattro speciali della domenica.
Con la pioggia incessante di domenica mattina sul parco assistenza, è stata molto forte la tentazione di fare la scelta più sicura e optare per le gomme slick soft Michelin per la prima speciale dell'ultima giornata di gara (61,70 km in 4 Prove Speciali).
Ma il Citroën aveva previsto che il terreno si sarebbe asciugato: grazie anche al tecnico Michelin che ha collaborato con la squadra, Sébastien Loeb è stato l'unico a scegliere quattro gomme slick hard. In questo modo il pilota alsaziano ha saputo farne tesoro siglando due scratch consecutivi e arrivando all'assistenza di metà giornata con 7''1 di vantaggio sul secondo. Poi, lo spegnimento del motore per Loeb al passaggio della celebre rotonda Riudecanyes (SS 17) ha permesso a Sébastien Ogier di ridurre il distacco a 3''6 alla partenza dell'ultima prova cronometrata. Ma il nove volte campione del mondo non ha mollato la presa ed è riuscito ad aggiudicarsi la 79ª vittoria della sua carriera nel WRC, dopo oltre cinque anni dall'ultima (Argentina 2013), con 2''9 di distacco. Questa è anche la prima vittoria della stagione per il team Citroën, dopo tre podi (2ª in Svezia, 3ª in Messico e 2ª in Finlandia).

Situazione campionato
In ottica campionato, battaglia tra Ogier e Neuville. Il belga però ha dovuto fare i conti anche con la rottura della ruota posteriore nell'ultimo chilometro della Power Stage di domenica, che gli ha precluso la possibilità di salire sul podio… perso per appena mezzo secondo.
Buona la prestazione di Dani Sordo che ha aiutato il team a ridurre il distacco nella classifica costruttori: ora Hyundai è a 12 punti dal Toyota Gazoo Racing che tiene a bada Ford M-Sport a 13 punti.
In Spagna il Toyota Gazoo Racing ha piazzato i tre equipaggi nella top ten, con Tänak, Lappi e Latvala rispettivamente in sesta, settima e ottava posizione.
A una gara dalla conclusione del Campionato, la classifica piloti vede al comando Ogier con 204 punti, seguito da Neuville a 201, Tänak a 181, Lappi 110, Latvala 102, Sordo 71, Evans 70, Breen 61 e Paddon 55.
Invece, guardano la classifica costruttori, al comando Toyota Gazoo Racing con 331 punti, seguiti da M-Sport Ford a 306 e Citroën Total Abu Dhabi World Rally Team a 216.
Alla fine, il titolo piloti e costruttori si giocherà all'ultima gara, in Australia dal 15 al 18 novembre.

© Riproduzione riservata