Italia

Nave Diciotti, Salvini: procura chiede archiviazione. «Scelta…

  • Abbonati
  • Accedi
inchiesta sul mancato sbarco dei migranti

Nave Diciotti, Salvini: procura chiede archiviazione. «Scelta politica insindacabile»

La Procura di Catania ha formulato la richiesta di archiviazione nei confronti di Matteo Salvini per la vicenda della nave Diciotti. Lo ha annunciato lo stesso ministro dell’Interno in una diretta Facebook. L’inchiesta vedeva indagato il titolare del Viminale per sequestro di persona, in relazione al mancato sbarco dei migranti soccorsi lo scorso agosto dalla nave della Guardia Costiera. Secondo le motivazioni della procura, il ritardo nello sbarco è «giustificato dalla scelta politica, non sindacabile dal giudice penale per la separazione dei poteri, di chiedere in sede Europea la distribuzione dei migranti (e il 24 agosto si è riunita la Commissione europea) in un caso in cui secondo la convenzione Sar sarebbe toccato a Malta indicare il porto sicuro».

GUARDA IL VIDEO: Diciotti, tutte le tappe della vicenda dal salvataggio alla frenata di Conte

Salvini: quanto si è speso per questa inchiesta?
«Quanto si è pagato per quest’inchiesta? Quanti uomini sono stati impiegati?» si è chiesto Salvini annunciando la richiesta di archiviazione della Procura. «Sono innocente, potevo e dovevo bloccare gli immigrati» ha aggiunto Salvini, spiegando che «è una buona notizia per me, i gufi dei centri sociali saranno abbacchiati».

La richiesta di archiviazione
La procura, si legge nel documento firmato dal procuratore Carmelo Zuccaro, letto da Salvini in diretta Fb, «ha trasmesso al collegio per i reati ministeriali presso il tribunale di Catania gli atti relativi al procedimento penale» per il reato di sequestro di persona relativo alla vicenda Diciotti e ai fatti avvenuti tra il 20 e il 25 agosto. Il collegio ha dichiarato la propria «incompetenza per territorio» e ha disposto la trasmissione degli atti alla procura di Catania «per il tramite di quella di Palermo». Nel trasmettere gli atti Zuccaro ha «formulato richiesta motivata di archiviazione».

Caso "Diciotti", Salvini indagato attacca i giudici

La vicenda
Il 20 agosto la nave Diciotti, pattugliatore della Guardia costiera italiana, con a bordo 177 migranti tratti in salvo il 16 agosto al largo di Lampedusa, arriva nel porto di Catania. In mancanza di un accordo con l’Ue sulla redistribuzione dei profughi - e dopo il rifiuto di Malta di accoglierli - il ministro Salvini nega lo sbarco. I migranti resteranno sulla nave per 5 giorni, durante i quali si consumerà un duro scontro tra Italia e Ue. La soluzione, sollecitata anche dal capo dello Stato Mattarella, arriva il 26 agosto, dopo che la Cei offre la sua disponibilità ad accogliere gran parte dei profughi. Un aiuto arriva anche dall’Albania, disposta a ospitare una ventina di migranti. Il ministro Salvini è indagato dalla Procura di Agrigento per sequestro di persona, abuso d'ufficio e arresto illegale.

© Riproduzione riservata