Motori24

Dossier Pneumatici invernali, istruzioni per l’uso: le domande e le…

  • Abbonati
  • Accedi
    Dossier | N. 6 articoliSpeciale pneumatici invernali: guida all'uso

    Pneumatici invernali, istruzioni per l’uso: le domande e le risposte

    Manca poco alla scadenza dopo la quale diventerà obbligatorio disporre di pneumatici invernali o in alternativa di catene a bordo. Il 15 novembre è, come ogni anno, la data fissata per fare il cambio delle gomme. Facciamo il punto non solo sui tempi, ma anche su tutto ciò che è bene sapere su un importante appuntamento il più cruciale per affrontare al meglio le insidie di una stagione, quella invernale, che si annuncia come sempre critica per chi deve viaggiare sia su strade che su autostrade.

    Quando si cambiano e quando si devono sostituire
    Il periodo fissato dalle ordinanze è dal 15 novembre al 15 aprile, ma è comunque previsto un mese di tolleranza sia prima che dopo per dare tempo e modo di cambiare le gomme. Di conseguenza dal 16 maggio fino al 14 ottobre, torneranno obbligatori i pneumatici estivi, a meno che gli invernali o quelli definiti “quattro stagioni” abbiano codice di velocità uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione. In ogni caso per il nostro Codice stradale è possibile circolare tutto l'anno con le M+S.

    Si possono montare soltanto due gomme invernali?
    Il Codice della strada in fondo lo prevede indicando che i due pneumatici dello stesso asse devono essere dello stesso tipo e misura, quindi consente il montaggio di due sole gomme, uguali tra loro e diverse da quelle dell'altro asse. Ma è sconsigliabile viste le differenze di aderenza tra avantreno e retrotreno che potrebbero causare situazioni molto pericolose. E', dunque, molto meglio equipaggiare la vettura di quattro pneumatici dello stesso tipo oltre che in condizioni di usura simili, su tutte le 4 ruote.

    È possibile utilizzare gli invernali anche d'estate?
    Dipende dal codice di velocità dei pneumatici. Per l'impiego stagionale dei pneumatici invernali, infatti, è ammessa una deroga al codice di velocità, mentre nel resto dell'anno non è consentita la circolazione con pneumatici M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati nella carta di circolazione. Il motivo è che mescola e disegno del battistrada delle gomme invernali sono diversi rispetto estive per essere aderenti alle basse temperature e sulla neve. Il caldo però peggiora il grip e l'usura aumenta di molto.

    Oltre ai pneumatici conviene usare cerchi specifici?
    Se si acquistano in aggiunta anche quattro cerchi per i pneumatici invernali si hanno di sicuro dei vantaggi. Infatti il cambio stagionale non solo è più rapido, ma non si rischia di danneggiare i cerchi originali con dei frequenti montaggi e smontaggi. In tema di costi, poi, si deve tenere conto che in certi casi la somma del costo di gomme invernali più piccole abbinati a cerchi specifici può risultare in certo casi inferiore a quello delle sole gomme “termiche” sia pure della stessa misura delle estive.

    Sugli invernali si possono montare anche le catene?
    Sempre che le dimensioni delle gomme invernali lo consentono, è possibile. Le catene, infatti, possono semore servire per trarsi d'impaccio nelle condizioni più estreme, dove del resto anche i pneumatici “termici” non consentono di avanzare. Va tenuto conto, a tal proposito che se si decide di acquistare cerchi e pneumatici invernali di una misura più piccola rispetto a quelli estivi può rivelarsi utile per lasciarsi l'opzione del montaggio anche delle catene, oltre a far risparmiare col pacchetto cerchio-gomma.

    Le gomme invernali si devono montate sulle 4x4?
    Non c'è controindicazione, anzi. Se, infatti, la trazione sulle quattro ruote potrebbe consentire di riuscire a muoversi sulla neve anche con le gomme estive, il problema della scarsa aderenza resta in frenata, dove non ci sono differenze tra vetture con due o quattro ruote motrici. I rischi maggiori, si corrono soprattutto sulla neve e soprattutto quando di viaggia in discesa: senza pneumatici invernali, infatti, la vettura è priva di controllo e in certi casi non si riesce neppure a gestirla neppure coi freni.

    I pneumatici invernali hanno una durata limitata?
    Le gomme invernali di ultima generazione sono dotati di mescole con silice, molto meno soggette all'invecchiamento rispetto a quelle di qualche anno fa. A patto che gli invernali siano correttamente conservati in un ambiente che deve essere al buio, al fresco e anche all'asciutto quando, naturalmente, non vengono utilizzate il calo delle prestazioni che va detto è legato soprattutto al trascorrere del tempo e non all'usura del battistrada può essere molto più contenuto anche dopo tantissimi anni.

    Qual è lo spessore minimo richiesto per gli invernali?
    Il Codice della strada prevede che i pneumatici invernali siano soggetti allo stesso limite imposto per quelli estivi e cioè 1,6 mm di spessore del battistrada che va misurato negli incavi longitudinali principali. Tuttavia, le prestazioni sulla neve possono calano di molto quando l'altezza dei tasselli scende al di sotto dei 4 mm, quindi è bene cambiare gomme a questo valore. Un controllo va fatto fare dal gommista di fiducia, prima di ogni sostituzione così da non incorrere in disavventure o in multe anche salate.

    Se si usa l'auto in città le invernali sono obbligatorie?
    Non c'è un vero e proprio specifico obbligo, ma resta però la soluzione più consigliata per garantire all'auto le migliori prestazioni soprattutto in fatto di sicurezza. Nel caso di nevicate molto abbondanti, le amministrazioni municipali possono, comunque, introdurre l'obbligo di utilizzare a bordo delle vetture anche nell'area urbana le dotazioni previste in quelle condizioni e cioè o i pneumatici invernali oppure le catene. In quel caso si dovrà correre ai ripari, ma in situazione di emergenza.

    Le gomme M+S sono utilizzabili anche sulle neve?
    Le gomme con marcatura M+S che significa Mud and Snow, fango e neve, ma prive dello “snowflake” il fiocco di neve inserito nel profilo di una montagna con tre cime e sul fianco del pneumatico, sono gomme adatte al fuoristrada leggero e spesso montate in primo equipaggiamento su molti suv e crossover sono considerate delle coperture invernali, ma sulla neve vanno in crisi. Soltanto le “all seasons” e le M+S con in più lo “snowflake” hanno superare tutti i test sia di accelerazione che di frenata su neve

    © Riproduzione riservata