Italia

Bnl inaugura un asilo aziendale e lo apre anche al quartiere

  • Abbonati
  • Accedi
a palazzo orizzonte europa a Roma

Bnl inaugura un asilo aziendale e lo apre anche al quartiere

Nel nuovo quartier generale di Bnl a Roma è stato inaugurato un asilo aziendale aperto anche al quartiere. Al piano terra di Palazzo Orizzonte Europa è stato inaugurato questa mattina un asilo che si estende per 700 metri quadrati e può accogliere fino a 60 bambini. Oltre ai figli dei dipendenti è aperto anche alle famiglie che, nelle vicinanze della banca, possano avere necessità di questo nuovo servizio nel Quartiere Tiburtino.

GUARDA IL VIDEO - Bnl apre l'asilo aziendale aperto anche al quartiere

Abete: genitori e figli sotto lo stesso tetto
«Palazzo Orizzonte Europa – ha sottolineato Luigi Abete, presidente di Bnl – nasce come progetto per le esigenze della nostra comunità, le donne e gli uomini di Bnl, nella convinzione che la nuova Direzione generale debba essere non solo il luogo di lavoro di oltre 3.500 colleghi, ma uno spazio “vivo”, di relazione, di scambi e di utilità». Ha ricordato che fin dalla fase di costruzione del Palazzo, «si è voluto che in sede ci fosse un asilo, dove genitori e figli fossero sotto lo stesso tetto, prolungando la possibilità di stare insieme magari durante il tragitto casa-ufficio-asilo, o anche di essere immediatamente disponibili per le esigenze dei piccoli».

Munari: proteggere il capitale umano, primo patrimonio di un’impresa
«Le aziende moderne - ha dichiarato Andrea Munari, amministratore delegato di Bnl e responsabile del Gruppo Bnp Paribas in Italia - devono saper essere al fianco dei propri collaboratori, organizzate per aiutarli a conciliare la vita lavorativa con quella personale e familiare. In questo modo si protegge il capitale umano che rappresenta il primo patrimonio di un'impresa, alimentando quel sentimento di appartenenza ed inclusione che aiuta a lavorare meglio e con maggiore serenità».

Si parla inglese
L'Asilo “Orizzonte Europa” è organizzato secondo i più moderni standard didattici, con educatrici che parlano in inglese per abituare i piccoli ai suoni di una lingua diversa. Varie e numerose le iniziative laboratoriali, anche di teatro, per stimolare la fantasia e la creatività. La cucina interna prevede non solo i menù come da protocolli sanitari-alimentari e pasti ad hoc in caso di allergie ed intolleranze, ma anche proposte per vegetariani, vegani e, ove ce ne fosse richiesta, sono possibili piatti rispettosi di culture specifiche. È anche attivo un supporto pediatrico dedicato. Mobili in legno per l’arredo, preferendo così materiali naturali e “caldi”, che aiutino i bimbi a sviluppare meglio il tatto e la materialità. I giochi sono tra i più moderni e sono sia all'interno che all'esterno, dove l'asilo ha un'area attrezzata e un giardino. Ci sono parcheggi dedicati per consentire ai genitori di accompagnare i bimbi in modo sicuro e protetto. E per i genitori, lo staff dell'asilo ha previsto i “salotti pedagogici”, momenti di approfondimento e confronto sui temi legati alla genitorialità con esperti del settore.

© Riproduzione riservata