Italia

Superior Interiors How to Spend It - Speciale Design

  • Abbonati
  • Accedi
Attualità

Superior Interiors How to Spend It - Speciale Design


L'appuntamento annuale del Salone del Mobile e il recente Next organizzato da Altagamma consacrano Milano centro di produzione e riflessione sulla casa e sull'arredo. How to Spend it, la prestigiosa rivista ventennale del Financial Times, pubblica il secondo numero dello speciale design Superior Interiors in edicola dal 9 Novembre con Il Sole 24 Ore. Design a 360° e in chiave trasversale e lifestyle, perché Superior Interiors non è una rassegna di oggetti, ma è una selezione alta, lussuosa, attenta ai pezzi unici, al su misura e al meglio della ricerca produttiva. Un ingresso privilegiato nel mondo della casa e un punto di vista trasversale che fa parlare di design non solo mobili e complementi d'arredo, ma anche la moda, i personaggi, lo shopping e persino il food e la bellezza.
In questo numero speciale si parte con le gallerie italiane che lavorano sulla ricerca: da Arezzo a Bari, da Benevento a Roma il collezionismo si muove sui binari del design che privilegiano edizioni limitate e progetti che quasi sconfinano nell'arte. Mondi diversi ed epoche diverse dialogano con sperimentazioni e autoproduzioni, con un orizzonte internazionale.
Sulle nuove tendenze dell'arredo fanno il punto le rubriche del Visto Preso e dell'Un due tre, curato dalla scrittrice Gaia Servadio, ma anche il servizio firmato dalla scrittrice Letizia Muratori dedicato agli intarsi, un filone che spazia dalla cucina al living, dalla cabina armadio alle carte da parati fino agli oggetti per la tavola, al mondo dell'illuminazione, del tessile, del décor arrivando all'ebanisteria.
Dall'oggetto all'architettura, si torna a parlare di tree house in modo assolutamente innovativo. Cilindri di legno in Sudafrica, cubi di vetro in Svezia, nidi ellittici in Germania: la maggiore attenzione all'ambiente e il forte richiamo di un ritorno alla natura spingono architetti e designer a rileggere l'archetipo della casa sull'albero in progetti ecosostenibili. Per palazzi residenziali o suite e strutture alberghiere, le tree house uniscono confort e hi tech e vengono costruite in modo da mimetizzarsi, confondersi e fondersi con il paesaggio. La libertà di progettazione sta anche nelle forme: dall'uovo tagliato longitudinalmente al resort rivestito di specchi.
Questi palazzi sospesi hanno aperto le porte anche ad un nuovo filone di creatività nel mondo dell'ospitalità e del food. Nascono bar, enoteche, spazi per degustazioni gourmet a mezz'aria per una pausa relax nel verde. Privè per gustare prodotti locali, a chilometro zero, biologici, immersi fra le foglie e i rami di un bosco incontaminato.
E visto che lo speciale Superior Interiors nasce all'insegna del “design-dappertutto”, anche la moda si adegua alle scelte d'arredo. Due i servizi: uno nei nuovi spazi di DimoreGallery ed Excelsior,
l'altro nell'hotel Art Noveau di Vienna, il Bristol, fanno il punto rispettivamente sul vestire casual e sul più sfrenato decorativismo, dove coabitano decadentismo e underground, sovrapposizioni dada e bon ton romantico.
Ma non finisce qui: il design si sposa con la tecnologia e con l'ecommerce nell'intervista a Ippolita Rostagno, è l'occasione per un viaggio a Teheran in compagnia di Inda Mahdavi per uno shopping fra bazar, vernissage e delizie culinarie, sconfina nell'hi-tech con i consigli di Jonathan Margolis.

Superior Interiors, How To Spend It speciale design, è in edicola da Venerdì 9 Novembre con Il Sole 24 Ore

© Riproduzione riservata