Italia

Manovra, niente tasse se affitti non incassati. Contributi per…

  • Abbonati
  • Accedi
LE PROPOSTE DI MODIFICA

Manovra, niente tasse se affitti non incassati. Contributi per rottamare vecchie auto

Nel pacchetto degli emendamenti alla manovra, e in particolare tra quelli presentati dalle due forze politiche di maggioranza, spuntano contraccettivi gratis per i giovani sotto i 26 anni e soluzioni per promuovere la mobilità sostenibile. Il disegno di legge Bilancio è all’esame della Commissione Bilancio della Camera. Lunedì 19 novembre si deciderà quali degli oltre 3.700 emendamenti (450 circa dei partiti di maggioranza) depositati dai gruppi parlamentari sono ammissibili.

I contraccettivi gratuiti verrebbero garantiti a chi è già esentato dal costo delle spese sanitarie, ai richiedenti asilo o a chi è beneficiario di protezione internazionale e, per un anno, alle donne che abbiano subito un’interruzione di gravidanza. La gratuità dei contraccettivi “di barriera” sarebbe garantita anche «a coloro cui sia stata diagnosticata una malattia sessualmente trasmissibile». Il costo stimato è di 5 milioni l’anno.La proposta è contenuta in un emendamento alla manovra del Movimento 5 Stelle, che a sua volta ricalca uno del Pd.

GUARDA IL VIDEO: Manovra: arriva la sugar tax, la tassa sulle bibite super zuccherate

Da 3.000 a 6.000 euro per rottamazionevecchie auto
Per quanto riguarda invece la mobilità sostenibile, spunta un contributo del 20%, «fino a 6mila euro, a chi rottama vecchie auto euro zero». È la proposta annunciata dai componenti del Movimento 5 Stelle in commissione Trasporti alla Camera e contenuta in emendamenti alla manovra. «Nel caso di rottamazione dei veicoli euro 1 - spiegano i parlamentari in una nota - il contributo scende a un massimo di 4mila euro e, per gli euro 3 o euro 2, a un massimo di 3mila euro». Un altro emendamento della Lega propone incentivi di massimo 1.000 euro.

M5S-Lega: niente tasse se affitti non incassati
Un emendamento Cinque Stelle-Lega prevede che sui redditi da locazione, abitativa e non abitativa, non incassati il proprietario non dovrà pagare le imposte che si tratti di Irpef o cedolare secca. Nella proposta, firmata da Carla Ruocco (M5S) e da Alberto Gusmeroli (Lega), si stabilisce che la nuova regola si applichi quando il reddito è percepito da persone fisiche fuori dall’esercizio di impresa. Gli oneri sono coperti con il Fondo per interventi strutturali di politica economica, ma se questo non dovesse bastare si fa riferimento anche in questo caso alla discussa “sugar tax” sulle bibite zuccherate.

M5s chiede 145 mln per metropolitane di Roma
Ancora da M5s arriva un emendamento alla manovra di bilancio che chiede di stanziare 145 milioni nel 2019 per la metropolitana di Roma. L’obiettivo della proposta è di destinare 55 milioni «per la revisione progettuale del completamento della Linea C» e per l’acquisto di materiale rotabile per la stessa linea ed ulteriori 90 milioni per interventi di manutenzione straordinaria per le linee A e B.

1,3 mld per aumento pensioni inabilità
Un’altra proposta di modifica al provvedimento targata Cinque Stelle prevede di portare le pensioni di inabilità da 282 a 500 euro al mese. La richiesta espressa in un emendamento al Ddl è di aumentare il sostegno ai mutilati e agli invalidi civili ai quali sia stata accertata una totale inabilità lavorativa. Il costo è quantificato in 1,35 miliardi l’anno, da recuperare con tagli lineari ai ministeri.

Stipendi “equi” per piloti e hostess
Un emendamento, questa volta della Lega, chiede stipendi «equi» nel settore del trasporto aereo, «al fine di contrastare forme di competizione salariale al ribasso in un settore caratterizzato da elevati standard di sicurezza». La proposta di modifica propone che i vettori che operano e impiegano personale in Italia applichino ai propri dipendenti «trattamenti economici non inferiori a quelli stabiliti dal contratto collettivo nazionale del trasporto aereo stipulato dalle organizzazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale».

Più risorse per taglio superticket
Un altro emendamento del Carroccio chiede di aumentare dal 2020 le risorse per la riduzione del superticket. La proposta conferma nel 2019 l’attuale stanziamento di 60 milioni destinato dalla scorsa legge di bilancio al Fondo per la riduzione della quota fissa sulla ricetta, raddoppiando l’ammontare a 120 milioni nel 2020 e triplicandolo a 180 milioni nel 2021. Per le risorse si attingerebbe al Fondo per l’attuazione del programma di Governo istituito dalla stessa manovra.

5mila euro per adozione bambini stranieri
In un altro emendamento della Lega depositato in Commissione Bilancio della Camera è previsto un contributo di 5.000 euro a famiglia per l’adozione di bambini stranieri. Sette deputati chiedono l’istituzione, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, di un Fondo nazionale per adozioni internazionali, «destinato ad assegnare un finanziamento per ogni famiglia che procede all’adozione di minori stranieri, nelle misura massima di 5.000 euro per ogni bambino adottato. Il Fondo ha una dotazione di 10 milioni di euro a decorrere dal 2019».

© Riproduzione riservata