Italia

Missione in Niger, 250 tra militari e gendarmi locali formati…

  • Abbonati
  • Accedi
L’OPERAZIONE MISIN

Missione in Niger, 250 tra militari e gendarmi locali formati dall’esercito italiano

Dal Niger partono camion carichi di migranti. Destinazione Libia (foto Reuters)
Dal Niger partono camion carichi di migranti. Destinazione Libia (foto Reuters)

Sono 250 tra militari e gendarmi nigerini formati dall’esercito italiano, nell’ambito della missione Misin, nel paese del Sahel. Si sono infatti conclusi i primi corsi, che erano iniziati a settembre.

Una nota del ministero della Difesa ha messo in evidenza che la formazione si è concentrata, per il momento, su tre ambiti: la lotta agli ordigni esplosivi e alle mine, la sicurezza di basi aeree e aeroporti e il mantenimento dell’ordine pubblico.

Genio, Aeronautica militare e Carabinieri impegnati nella formazione
Personale dei reparti del Genio ha fornito ai militari nigerini gli strumenti per poter affrontare in sicurezza un campo minato e per attuare le giuste procedure di messa in sicurezza in caso di rinvenimento di ordigni esplosivi. All’Aeronautica militare, invece, è toccato il compito di formare istruttori nigerini nelle attività di protezione e sicurezza degli aeroporti e di basi aeree militari, permettendo alla controparte di ampliare le competenze e conoscenze professionali in materia di procedure da mettere in atto per garantire la sicurezza dei velivoli e l’incolumità del personale presente negli aeroporti civili e militari. Infine, i Carabinieri hanno svolto un corso a favore della gendarmeria locale focalizzato su procedure e tecniche per le attività di controllo della folla e di mantenimento dell’ordine pubblico.

© Riproduzione riservata