Italia

Esplosione in un distributore nel reatino, due morti e diciassette feriti

  • Abbonati
  • Accedi
coinvolti vigili del fuoco

Esplosione in un distributore nel reatino, due morti e diciassette feriti

Un'esplosione si è verificata attorno all’ora di pranzo in un distributore di carburante sulla via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio, nel reatino. In seguito al fatto due persone sono morte mentre si contano diciasette feriti tra cui vigili del fuoco ed altri soccorritori. «Posso confermare che il bilancio della tragedia è pesante. L'esplosione è partita da un'autocisterna che stava scaricando gpl nell'area di servizio» ha detto il questore di Rieti Antonio Mannoni. «Le vittime sono un pompiere e un civile che si trovava nei pressi del distributore ed è stato investito dall'esplosione».

L'onda d'urto è stata così volte da sbalzare l'autocisterna per una decina di metri proiettandola su una strada vicina. Due auto e un furgone che si trovavano in quella strada sono state distrutte dalle fiamme. La strada statale 4 “via Salaria” è temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio, nel Comune di Fara in Sabina, e Borgo Santa Maria, tra le province di Rieti e Roma (dal km 38 al km 41,500). Il traffico viene deviato sulla viabilità secondaria.

Il vigile del fuoco morto nell'esplosione al distributore non era nella squadra di soccorsi giunta sul posto. Stefano Colasanti, questo il nome della vittima, era in servizio ma diretto a Roma e si è fermato quando ha visto l'incendio e per aiutare le persone coinvolte. Con ogni probabilità è stato investito dalla seconda deflagrazione ed è morto. La seconda vittima si era invece fermata con la propria auto perché incuriosita dall'incendio esploso nel distributore. L'uomo era nella sua auto in una via ad una decina di metri dalla pompa di benzina quando è stato investito dalle fiamme della seconda deflagrazione che ha scaraventato l'autocisterna lontano dal distributore.

© Riproduzione riservata