Lifestyle

Chelsea, Sarri si difende: “Io sogno in grande, qui sono…

  • Abbonati
  • Accedi
Sport

Chelsea, Sarri si difende: “Io sogno in grande, qui sono tutti abituati al contropiede”

  • –a cura di Datasport

Non è un bel momento per Maurizio Sarri. Il tecnico del Chelsea, dopo la pesante sconfitta rimediata con il Bournemouth e le accuse ricevute dalla stampa inglese, non ha voluto restare in silenzio, anzi ha risposto a tutte le critiche che lo vedevano anche a rischio esonero.Ecco le sue parole: “La situazione in Premier è delicata perché ci sono due squadre che dominano e poi ci sono altre che lottano e noi siamo fra queste. Gli allenatori sono dei fenomeni quando vincono ma poi diventano scarsi quando perdono; non c’è un progetto. Per esempio Klopp, il primo anno ha chiuso all’ottavo posto ma è rimasto li e adesso si sta giocando i titoli, perché hanno fiducia in lui e c’è un progetto serio. Capisco la delusione dei tifosi, il primo deluso sono io ma non vedo perché debba cambiare modulo. Io sono un sognatore e voglio che si concretizzi il piano A, voglio vedere una squadra giocare bene a calcio, non solo contropiede. Io voglio che i miei giocatori vincano le partite con le mie idee, non con quelle degli altri". L’ex allenatore del Napoli, prima di concludere, ha voluto poi anche rincuorare Higuain, attaccante fortemente voluto dal toscano per raggiungere la qualificazione in Champions League: “Gonzalo è straordinario, non sta vivendo un momento brillante per la condizione fisica ma vedrete che quando ritroverà la condizione migliore, diventerà devastante”, ha affermato l’allenatore azzurro. Momento delicato per Maurizio Sarri, forse il primo della sua carriera ma l'allenatore toscano ha sempre dimostrato di non farsi abbattere dalle difficoltà, anzi di rafforzarsi ulteriomente. Basterà per ottenere la qualificazione in Champions League?