Italia

Decretone, la Lega propone tasse mini per chi si trasferisce in Italia

  • Abbonati
  • Accedi
emendamenti al senato

Decretone, la Lega propone tasse mini per chi si trasferisce in Italia

Pressione fiscale ai minimi termini per chi decide di venire in Italia. In pratica, tassazione solo sul 30% del reddito, per cinque anni, per chi si trasferisce nel Belpaese. Condizioni: aver avuto la residenza all'estero nel biennio precedente; impegnarsi a restare in Italia per almeno due anni. Spunta anche questo nel mare di emendamenti (quasi 1.600, di cui meno di cento della maggioranza) che rischia di sommergere il cosiddetto Decretone su Reddito di cittadinanza e pensioni. Il Dl 4/2019, ora all'attenzione della commissione Lavoro del Senato, ha iniziato la prima lettura il 30 gennaio con le relazioni delle senatrici Catalfo e Nisini, e dovrebbe approdare in Aula martedì 19 febbraio.

Lo "sconto" sulle tasse per chi si sposta armi e bagagli nei confini nazionali è previsto da un emendamento della Lega che riscrive le norme per attirare con un trattamento fiscale di favore i lavoratori dall'estero. La proposta di modifica prevede una tassazione ancora più bassa (solo il 10% sul reddito imponibile) per chi sceglie di trasferirsi al Sud, per chi viene con almeno un figlio o compra casa. In questi ultimi due casi lo sconto vale in tutto per 10 anni, ma pagando sul 50% del reddito passati i primi cinque.

© Riproduzione riservata