Italia

Umberto Bossi ancora in ospedale dopo il malore. Fontana: sta meglio

  • Abbonati
  • Accedi
il fondatore della lega ricoverato

Umberto Bossi ancora in ospedale dopo il malore. Fontana: sta meglio

Il fondatore della Lega Umberto Bossi, 77 anni, è ancora ricoverato all’ospedale di Varese dopo esser stato vittima di un malore ed essere caduto nella sua casa di Gemonio, battendo la testa. Una prima angiotac avrebbe escluso emorragie. Oggi ci saranno nuovi esami clinici. «Posso dire che dalle ultime notizie sta meglio, sicuramente si è scongiurato quello che ieri si temeva, cioè che potesse essere un'emorragia cerebrale. Non c'è stato nessun tipo di danno neurologico», ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. «Pare che si sia trattato di una crisi - ha aggiunto Fontana - determinata dalle alterazioni di alcuni valori del sangue forse causate da alcune medicine che prende. Questo è quello che hanno detto i medici, quindi bene». Appreso del malore che ha colpito il fondatore della Lega, il presidente leghista della Lombardia ieri sera si era recato all'ospedale di Varese: «Ho incontrato moglie e figli, mi sembravano tutti molto sereni».

Nel comunicato della Asst Sette Laghi della Lombardia, cui fa capo l’ospedale, ieri si precisava che: «Questo pomeriggio, poco prima delle 18, Umberto Bossi è stato portato in elisoccorso al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Circolo di Varese. Sono in corso gli accertamenti necessari ad individuare le cause del malore che lo ha colpito al domicilio». In un primo tempo si era parlato di una caduta in seguito a un’emorragia cerebrale e di condizioni gravi per il leader storico della Lega, ma già ieri i medici stavano valutando se Bossi fosse stato colpito o meno da una ischemia cerebrale.

L’11 marzo del 2004, quasi 15 anni fa, il «Senatur» era già stato colpito da un ictus cerebrale che lo ha parzialmente paralizzato.
Nel dicembre del 1991 venne, invece, colpito da una ischemia miocardica.
«A Umberto auguri di pronta guarigione!». È l’auspicio del vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. «Coraggio vecchio leone, siamo tutti con te». Lo scrive su Twitter l’ex ministro della Lega Roberto Maroni, che ha anche postato anche una foto del Senatur. «Bossi è una brava persona e leale e siamo amici: gli voglio bene e gli mando affettuosi auguri di pronta guarigione». Così Silvio Berlusconi nel corso della registrazione di Porta a Porta. Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, si affida invece a Facebook: «Forza Umberto! Tieni duro!» scrive dopo aver appreso la notizia del malore che ha colpito il fondatore della Lega.

© Riproduzione riservata