Motori24

Dossier Macchine alla spina per il rilancio tedesco

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 45 articoli Speciale Salone di Ginevra 2019, tutte le novità in vetrina

Macchine alla spina per il rilancio tedesco

Protagonisti. Dopo esserlo stato nello scandalo Dieselgate, ora Audi punta a conquistare il primo posto in materia di auto elettriche premium. Per scavalcare il primato a Tesla, a partire dalla percezione del pubblico, il marchio dei quattro anelli non si ferma nel debutto di nuovi modelli a zero emissioni. Dopo la commercializzazione del crossover e-tron, Audi ha svelato in anteprima mondiale al Salone di Ginevra la nuova Q4 e-tron e la e-tron Sportback, oltre alla e-tron GT al debutto europeo.

Quinto modello elettrico del marchio di Ingolstadt, la Q4 e-tron arriverà su strada entro la fine del 2020 offrendo un’autonomia reale di oltre 450 chilometri. Lunga 4.59 metri e larga 1.90, la novità di Ingolstadt monta due motori elettrici per una potenza complessiva di 306 cavalli scaricati a terra attraverso la trazione integrale quattro elettrica. Sul fronte delle prestazioni scatta da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e raggiunge una velocità massima autolimitata di 180 km/h. Realizzata sulla piattaforma modulare Meb, monta un pacco batterie ad alta tensione, collocato tra gli assali in corrispondenza del sottoscocca, con una capacità di 82 kWh.

Nella seconda metà del 2020 è prevista la presentazione della versione di serie della Audi e-tron GT, realizzata da Audi Sport GmbH ed entro il 2025 i modelli elettrici dei quattro anelli saranno 12. R

Restando all’interno del gruppob tedesco, Seat ha svelato alla kermesse elvetica la El-Born. Concept che anticipa le linee e le tecnologie del modello di serie commercializzato dal 2020, sarà prodotta sulla piattaforma Modularer Elektrobaukasten (Meb) di Volkswagen, punto di partenza di tutti i futuri modelli elettrici compatti e medi, e avrà un’autonomia superiore ai 400 km.

Skoda invece ha presentato il concept elettrico Vision iV con oltre 500 chilometri di percorrenza mentre Volkswagen punta sulla voglia di stupire con la I.D Buggy elettrica. Nello specifico si tratta di una concept ispirato alla mitica Dune Buggy, spinta da un motore da 150 kW abbinato a un pacco batterie da 62 kWh; l’autonomia supera i 250 km/h, più che sufficienti per divertirsi in spiaggia. In totale l’investimento complessivo Vw è di 34 miliardi di euro, con l’arrivo di 40 modelli elettrici entro il 2025.

Oltre ai modelli del gruppo Volkswagen fornirà la piattaforma modulare anche a produttori terzi, come nel caso della start up tedesca e.Go. Dalle concept da spiaggia ai van a zero emissioni con la Mercedes EQ V, monovolume privo di motore termico in grado di trasportare fino a 8 persone viaggiando fino a 400 km prima di collegarsi alla presa di corrente. La nuova gamma EQ arriverà a dieci modelli elettrici entro il 2022, grazie ad un investimento di oltre 10 miliardi di euro. Bmw punta sull’ibrido al Salone di Ginevra, a partire dalla nuova 745e, ma entro il 2025 arriverà a 12 modelli elettrici.

© Riproduzione riservata