Italia

Italia-Cina, accordi per 20 miliardi sulla Via della Seta

  • Abbonati
  • Accedi
la firma a villa madama

Italia-Cina, accordi per 20 miliardi sulla Via della Seta

Italia e Cina devono «impostare relazioni più efficaci e costruire meglio rapporti che sono già molto buoni». Così il premier Giuseppe Conte nel corso del bilaterale con il presidente cinese Xi Jinping a Villa Madama, sulle pendici di Monte Mario a Roma. L'incontro, cui hanno preso parte le delegazioni ufficiali dei due Paesi, precede la cerimonia perla firma dello storico Memorandum di cooperazione "rafforzata" Italia-Cina sul piano infrastrutturale meglio noto come "Nuova Via della Seta".

Altro momento clou della giornata, la sigla di 29 tra accordi e intese tra vari ministri italiani e cinesi e tra le imprese dei due Paesi. A quanto si apprende, il valore «potenziale» dei dieci principali accordi commerciali sul tavolo è di circa 20 miliardi di euro, cifra che si riferisce al valore delle intese italo-cinesi includendo l'effetto "volano" dal punto di vista economico.

A mezzogiorno una colazione ufficiale chiuderà il programma romano della visita di Xi in Italia, che ieri ha visto anche un confronto con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e una cena ufficiale al Quirinale.

PER SAPERNE DI PIU': Mattarella incontra Xi Jinping: Via della Seta è a doppio senso

GUARDA IL VIDEO: Tra Italia e Cina la firma di 29 accordi, dalle start up all'e-commerce

Nel primo pomeriggio il presidente cinese e la moglie Peng Liyan si sposteranno a Palermo per una brevissima visita privata. L'aereo presidenziale sarà accolto dal prefetto Antonella De Miro, dal sindaco della città metropolitana di Palermo Leoluca Orlando e dal presidente della Regione Nello Musumeci. A seguire la delegazione cinese si sposterà a Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea regionale, per una visita del palazzo e della Cappella Palatina che durerà 37 minuti, secondo il protocollo. A fare gli onori di casa sarà Gianfranco Miccichè, il presidente dell'Ars.

Poi il trasferimento nella suite presidenziale dell'hotel Villa Igiea, con alcuni degli oltre duecento collaboratori. La delegazione di accompagnatori sarà divisa tra l'Astoria Palace e il San Paolo Palace. Il resto della permanenza a Palermo - "sponsorizzata" dal sottosegretario al Mise (quota Lega) con delega al commercio estero, Michele Geraci, palermitano doc - è top secret. Domani mattina presto il presidente cinese potrebbe fare una visita a Mondello, località balneare palermitana , prima della partenza dall'aeroporto per Nizza, fissata per le 10, da dove si trasferirà nel Principato di Monaco, per ricambiare la visita di stato che il Principe Alberto II fece in Cina il 6 settembre 2018. Martedì 26 marzo Xi è invece atteso a Parigi per il "controvertice" con Macron, Merkel e Juncker.

© Riproduzione riservata