Motori24

Dossier Peugeot 208 R2: ecco le prime informazioni tecniche sulla versione da rally

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 106 articoli Speciale Motorsport, il mondo delle gare tra adrenalina e innovazione

Peugeot 208 R2: ecco le prime informazioni tecniche sulla versione da rally

Iniziano ufficialmente i lavori di sviluppo della nuova Peugeot 208 R2 da rally che prenderà il posto di uno dei modelli più di successo di tutti i tempi dalla stagione 2020.
La nuova generazione della 208 R2 ha infatti iniziato le prime fasi dello sviluppo dinamico in Francia, nella regione dei Vosgi. Basata sulla versione di serie della Nuova Peugeot 208 recentemente svelata al pubblico mondiale in occasione del Salone dell'auto di Ginevra e in Italia durante la Milano Design Week, ne riprende soprattutto il motore PureTech 3 cilindri 1.2 litri turbocompresso che le permette di essere ammessa al regolamento FIA R2C.

L'obiettivo: alte prestazioni e costi contenuti
La base è quella della nuova 208 che entro la fine dell'anno arriverà nei concessionari: la nuova piattaforma CMP (Common Modular Platform, la piattaforma comune ai veicoli del segmento B di Groupe Psa) che offre un peso ridotto e una dinamica del veicolo ulteriormente evoluta, per prestazioni ancora più sportive. Inoltre, la Nuova 208R2 beneficerà delle evoluzioni tecniche ed estetiche della vettura di normale produzione. Ma non solo. Questa Nuova generazione di 208R2 vuole essere la degna erede della vettura attuale che, con oltre 450 unità da corsa vendute complessivamente, è il best seller della categoria e la vettura da rally più popolare mai commercializzata da Peugeot Sport. Per questo motivo, l'obiettivo degli ingegneri era chiaro: realizzare una vettura ad alte prestazioni, affidabile, che offrisse un grande piacere di guida a fronte del costo di utilizzo più competitivo possibile in rapporto alle prestazioni. L'enorme esperienza dei tecnici francesi e le indicazioni di questi primi giri alla guida lasciano presagire che gli obiettivi saranno rispettati.

PureTech 1.2 come base di partenza degli sviluppi
Peugeot 208 per il mercato sarà proposta con tre motorizzazioni: diesel, benzina e 100% elettrica, quest'ultima con un'autonomia dichiarata di ben 340 km secondo il nuovo protocollo di omologazione Wltp.
Per le competizioni gli sviluppi sono iniziati sulla motorizzazione benzina 1.2 litri. Il nuovo motore 3 cilindri turbocompresso è dotato dell'ultima tecnologia PureTech. Questo motore di serie particolarmente prestazionale è stato adattato alle competizioni dagli ingegneri di Peugeot Sport che vi hanno inserito un turbo più potente, una gestione elettronica da corsa e un nuovo cambio.
Se per il mercato Peugeot 208 e e-208 sono già prenotatili e l'arrivo è fissato per l'autunno, per la versione da rally l'obiettivo è di essere pronti per essere competitivi nella stagione 2020, la prossima.

© Riproduzione riservata