Norme & Tributi

Dossier Reddito cittadinanza e quota 100, prima delle Europee assegno per 514mila

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 57 articoli Il reddito di cittadinanza: la guida completa 2019

Reddito cittadinanza e quota 100, prima delle Europee assegno per 514mila

Sono state accolte 487mila domande di reddito e pensione di cittadinanza. Poco più di un quarto delle richieste è stata respinta (foto Imagoeconomica)
Sono state accolte 487mila domande di reddito e pensione di cittadinanza. Poco più di un quarto delle richieste è stata respinta (foto Imagoeconomica)

I cavalli di battaglia di Lega e Cinque Stelle durante la campagna elettorale che ha condotto all’affermazione delle due forze politiche alle elezioni del marzo 2018, rispettivamente quota 100 e reddito di cittadinanza, “raggiungeranno” tra questo mese e il prossimo - stando ai dati dell’Inps attualmente a disposizione - circa 514mila persone. Il 26 maggio l’appuntamento è con le elezioni europee.

I primi pensionati quota 100: oltre 26mila persone, assegni da aprile
Come ha anticipato Il Sole 24 Ore il primo aprile, i “pioneri” della misura pensionistica prevista dal decretone collegato alla manovra, che consente l’uscita con il requisito congiunto di un’anzianità contributiva non inferiore a 38 anni e un’età anagrafica di almeno 62, sono 26.831 (le nuove pensioni sono entrate in pagamento all’inizio del mese).

Accolte 487mila domande per il reddito di cittadinanza
Quanto invece al secondo fronte, l’Inps ha reso noto nelle ultime ore che sono state accolte 487.677 domande di reddito e pensione di cittadinanza, circa un terzo degli 1,3 milioni di beneficiari messi in preventivo dall’esecutivo (respinto il 26% delle richieste). Il pagamento della pensione o del reddito di cittadinanza arriverà tra fine aprile e inizio maggio, prima dunque delle elezioni (si andrà alle urne anche per le amministrative). Rimane il fatto che sul piano del sostegno al reddito fortemente voluto dalla componente pentastellata del governo, è ancora da definire la parte relativa alle politiche attive. Anpal servizi, come spiega oggi Il Sole 24 Ore, è in attesa che venga ratificato dalla Conferenza Stato Regioni, in agenda domani, l’accordo sui 3mila navigator, soluzione che consentirà la pubblicazione sul sito dell’avviso di selezione. A fine maggio, quando i percettori del reddito di cittadinanza si recheranno nei Centri per l’impiego per siglare il Patto per il lavoro e ottenere l’assistenza personalizzata, è possibile che saranno accolti dagli attuali 8mila dipendenti delle Regioni: i navigator potrebbero non essere ancora operativi.

© Riproduzione riservata