Italia

Reddito e pensione di cittadinanza: a Napoli il maggior numero di famiglie

  • Abbonati
  • Accedi
Servizio |i dati inps

Reddito e pensione di cittadinanza: a Napoli il maggior numero di famiglie

Più di 6 beneficiari 10 sono nel Mezzogiorno. Napoli è la città con il maggior numero di nuclei familiari percettori del reddito o della pensione di cittadinanza: sono 52.717, più di Roma che segue con 30.174 e di Palermo (26.204). Tra le regioni quella con più domande accolte è la Campania, dove in totale ci sono 90.197 famiglie che hanno ottenuto o avranno il sussidio di integrazione al reddito, segue la Sicilia (87.775) e il Lazio (44.7 05). Prevalgono dunque il Sud e il Centro Italia tra le 488.337 istanze accettate dall'Inps, che finora ha esaminato 681.736 domande, di cui 186.971 sono state respinte e 6.428 messe “in evidenza” per un ulteriore controllo.

GUARDA IL VIDEO: Reddito di cittadinanza, come richiederlo, le scadenze e i requisiti per ottenerlo

Fino all’11 maggio l’erogazione delle somme
Nel mese d’avvio del reddito e della pensione di cittadinanza sono state presentate 805mila domande all’Inps, che fino all’11 maggio provvederà ad avvisare i richiedenti in possesso dei requisiti richiesti, indicando l’ufficio postale e il girno in cui recarsi per ritirare la Card con la somma erogata. Tra le regioni seguono la Puglia (44.316), la Lombardia (37.152) e la Calabria (35.997). Tra le città, sono più numerose quelle del Mezzogiorno, a dispetto del numero di abitanti: la quarta città oer numero di famiglie che percepiscono il sussidio di integrazione al reddito è Catania (18.403), segue Caserta (16.346), Torino (16.221), Milano (15.014), Cosenza (12.923), Salerno (12.871) e Bari (12.271).

PER SAPERNE DI PIÙ: Reddito di cittadinanza, la guida completa 2019

Il 58% riceve meno di 500 euro
Dalla provenienza delle domande si può ricostruire una mappa geografica della povertà, visto che il riconoscimento del sussidio è condizionato al possesso di requisiti reddituali e patrimoniali (come l’Isee sotto i 9.360 euro) propri di situazioni di bisogno. Come è noto oltre la metà delle somme pagate dall’Inps (il 58% per l’esattezza) si attesta sotto i 500 euro di sostegno mensile, di cui circa il 13 % sotto i 100 euro al mese. Il 42% è sopra i 500 euro, con il 5,4% oltre i mille euro destinati alle famiglie più numerose.

© Riproduzione riservata