Motori24

Dossier L’evoluzione hi-tech delle auto elettriche in vetrina a Shanghai

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 44 articoli Auto elettriche, i modelli e le tecnologie rivoluzionarie

L’evoluzione hi-tech delle auto elettriche in vetrina a Shanghai

Volkswagen. La Id. Roomzz prefigura un futuro suv elettrico di taglia XXL
Volkswagen. La Id. Roomzz prefigura un futuro suv elettrico di taglia XXL

Meno cloni, più elettriche, supercar comprese. Al Salone di casa l’industria dell’auto cinese mostra i muscoli. Presentando delle novità di prodotto che rappresentano una vera e propria dichiarazione di intenti. Dei famigerati cloni si sono viste meno tracce: un segno di maturità? Forse. Sul prodotto i cinesi sembrano avere idee molto chiare. La “mission” è l’elettrico e l’obiettivo è mostrare la capacità di produrre auto di volume per il mercato interno. E con le supercar, tutte con Dna ecologico, l’industria cinese lascia intendere che è pronta anche a sfidare la concorrenza europea, ma anche americana, con Tesla in testa.

A proposito di elettriche, visto che più di altri è Volkswagen a crederci a Shanghai espone il concept ID Roomzz che sarà lanciato in Cina nel 2021. Si tratta di suv di 5 metri con porte scorrevoli per un accesso a bordo più agevole. Le forme sono delle altre elettriche di Vokswagen e gli interni con dei comandi nello schermo a sfioramento in plancia. Il motore è elettrico con una potenza di oltre 300 cv, uno 0-100 km/h in 6,6” e la velocità di 180 km/h. L’autonomia è di 450 km, ma con la ricarica veloce si recupera l’80% in 30 minuti. Anche Aston Martin ha scelto Shanghai per svelare la Rapide E, la prima elettrica del brand inglese. è spinta da due motori per una potenza totale di 610 cv.

La novità sono le batterie da 65 kWh con tecnologia 800v incapsulate in un involucro in carbonio. Autonomia di oltre 300 e prestazioni di 250 km/h la velocità e da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi. Esclusive personalizzazioni per la gamma Maserati a Shanghai. A cominciare dalla Quattroporte S Q4 GranLusso con «Pelletessuta» , un materiale realizzato da Ermenegildo Zegna esclusivo per il Tridente. Per Ghibli e Levante GranLusso cerchi da 20” e da 21” e interni in pelle. Infine Mercedes svela il suv compatto Glb lungo 20 cm più di Gla e 3 meno di Glc coi gruppi ottici di forma squadrata, il frontale col cofano piatto e il portellone con lunotto verticale. Motori benzina e diesel oltre al 2.0 turbo da oltre 300 cv per la Amg. In tema di concept la più ammirata è stata l’Audi Ai:Me. Spazio interno modulare molto ampio in relazione alle dimensioni, la propulsione elettrica e la guida autonoma di livello 4. Lunga 4,3 metri, larga 1,9 metri Ai:Me è alta 1,52 metri, ha cerchi da 23” e un abitacolo 2+X con due sedili anteriori, più due posti dietro sottraendo spazio al bagagliaio. Il motore è un elettrico singolo da 170 cv. Pensata per la mobilità del futuro è predisposta per il car sharing prenotabile tramite l’App MyAudi. A Shanghai Ds ha esposto oltre alla Ds3 Crossback nella variante elettrica E-Tense, anche la concept da cui deriva. Si tratta di una reale super sportiva elettrica a guida autonoma che ha la carrozzeria di una monoposto asimmetrica, con il guidatore che può decidere di pilotare in prima persona viaggiando a cielo aperto o di farsi trasportare all’interno di uno spazio chiuso posizionato sulla fiancata destra della vettura.

La meccanica deriva dalla Formula E e tocca i 1.360 cavalli. Con il restyling svelato al Salone di Shanghai, la Mini Clubman propone una nuova mascherina e dei gruppi ottici dotati di Led per i fendinebbia e Matrix Led per i fari. In coda, ci sono luci a Led col motivo della Union Jack opzionale. In aggiunta delle inedite personalizzazioni, dei cerchi in lega e delle combinazioni di accessori della linea Mini Yours. Sono previste poi versioni aggiornate dei benzina e diesel con potenze da 102 e fino a 192 cv.

Infine, in fatto di supercar cinesi, non è passata inosservata quella di Nio. Il costruttore cinese fino ad ora si era segnalato soprattutto per i suv elettrici. Ma le cose cambieranno dal 2021 quando dovrebbe andare in produzione la berlina sportive siglata Et presentata al Salone di Shanghai. Non si sa molto del powertrain della Et che è rappresentativa per l’80% del modello finale, ma potrebbe disporre di un bimotore da 220 kW per 500 km di autonomia. La vettura punta a sfidare la concorrenza della Model S di Tesla, ma mette nel mirino anche la supercar e alla spinadi Porsche: la Taycan puntando su prezzi accessibili.

© Riproduzione riservata