Moda24

Dossier Audemars Piguet amplia offerta e target di riferimento

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 35 articoli Investire in orologi

Audemars Piguet amplia offerta e target di riferimento

Con cassa in oro rosa di 41 mm di diametro della collezione Code 11.59 by Audemars Piguet. Prezzo: 27mila euro
Con cassa in oro rosa di 41 mm di diametro della collezione Code 11.59 by Audemars Piguet. Prezzo: 27mila euro

Solo il tempo potrà dire se la nuova collezione Code 11.59 by Audermars Piguet ripeterà i fasti commerciali della linea Royal Oak, la più importante della maison di Le Brassus. Intanto, come successe nel 1972, anno della presentazione di Royal Oak, il suo ingresso sul mercato (il numero nel nome indica il minuto prima dell’inizio di un nuovo giorno) ha fatto discutere appassionati e addetti ai lavori. Il motivo? La forma e la struttura della cassa sono decisamente particolari, realizzate su tre livelli, due tondi che ne racchiudono uno ottagonale che richiama quella del Royal Oak.

Di sicuro Audemars Piguet ha avuto un grande coraggio nel lanciare una collezione totalmente ex-novo, soprattutto in un momento in cui i trend principali in orologeria sono gli stili vintage e retrò. Un coraggio che l’azienda ebbe già quando, 47 anni fa, epoca in cui l’orologio era tondo, ne introdusse sul mercato uno in acciaio con uno strano design, ovvero una lunetta ottagonale inserita sulla cassa con delle viti a vista e venduto, aspetto non trascurabile, al prezzo di un classico modello in metallo prezioso.

A gennaio c’è stato il lancio ufficiale al Sihh (Salon International Haute Horlogerie) di Ginevra: «Vendiamo la collezione ormai da febbraio. Commercialmente gli Stati Uniti sono il nostro primo mercato, seguito da vicino da Giappone, Hong Kong e Svizzera. Anche l’Italia è ai vertici, perché storicamente per noi è molto importante - spiega François-Henry Bennahmias, ceo del brand dal 2013 -. I risultati finora mostrano che il Code 11.59 è stato acquistato sia da nuovi clienti sia da quelli abituali e da collezionisti: alcuni ne hanno comprato più di uno. Il motivo è che i clienti adorano il fatto che questa collezione si adatti a ogni polso, di giovani e meno giovani, di donne e di uomini».

La linea è composta, al momento, da 13 referenze che vanno da quella solotempo a quella con cronografo, da quella con calendario perpetuo a quella squelette con tourbillon, da quella con tourbillon volante a quella con la ripetizione minuti, con casse in oro (bianco o rosa) dalle dimensioni di 41 mm di diametro.

«Una collezione ampia e completa - puntualizza Bennahmias - che ha generato un gran numero di commenti da tutto il nostro settore, sia buoni che cattivi. Che poi era esattamente il nostro obiettivo, memori di quanto successo in passato all’epoca di nostri lanci importanti. Audemars Piguet non si è mai nascosta e non ha mai cercato di evitare polemiche. Se però ci si rivolge a un pubblico più ampio, la Code 11.59 è stata accolta molto bene ovunque».

Affiancandosi al best seller di casa (Royal Oak) e alla sua versione più sportiva (Royal Oak Offshore) nelle intenzioni del brand diventerà un asset strategico per aumentare la gamma dei prodotti. «Con questa collezione la maison è completa e ricorda al pubblico che la sua lunga storia va oltre il grande successo di Royal Oak. L’obiettivo a lungo termine è arrivare al punto in cui Code 11.59 rappresenterà il 20% delle nostre vendite. Per quest’anno produrremo circa 2mila pezzi, ma nei prossimi cinque anni la collezione si svilupperà ulteriormente».

© Riproduzione riservata

>