Moda24

Dossier Hamilton trasforma in realtà le creazioni per il cinema

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 35 articoli Investire in orologi

Hamilton trasforma in realtà le creazioni per il cinema

È la replica dell’orologio indossato da Matthew McConaughey nel film  Interstellar. Cassa in acciaio di 42 mm di diametro e, unica differenza dall’originale, la scritta “Eureka” in codice morse sulla lancetta dei secondi. Prezzo: 895 euro
È la replica dell’orologio indossato da Matthew McConaughey nel film Interstellar. Cassa in acciaio di 42 mm di diametro e, unica differenza dall’originale, la scritta “Eureka” in codice morse sulla lancetta dei secondi. Prezzo: 895 euro

Il legame tra il mondo del cinema e Hamilton è sempre stato strettissimo. Il brand fondato nel 1892 negli Stati Uniti, da anni nel portafoglio di Swatch Group è presente sul grande schermo ormai da quasi un secolo. È datata 1932, con Shangai Express, la prima di una lunghissima serie di apparizioni (oltre 500) di orologi Hamilton in un film. Da 2001: Odissea nello Spazio, a Men in Black fino ad arrivare, nel 2014 in Interstellar, uno dei capolavori di uno dei più importanti registi del nuovo millennio: Christopher Nolan. In questo ambiziosissimo film di fantascienza, il protagonista interpretato da Matthew McConaughey, era un pilota della Nasa di nome Murph che aveva al polso un Khaki Field e che prima di partire per una rischiosa spedizione spaziale lo dona alla figlia (da adulta un’affascinante Jessica Chastain). Senza fare troppi spoiler, per chi ancora non l’avesse visto, basti sapere che questo orologio ricopre un ruolo centrale nella risoluzione della storia, che poi era nientemeno che la ricerca della salvezza per l’umanità. Quell’orologio era stato realizzato solo per le esigenze di scena e non commercializzato. Ma, visti il successo del film e le conseguenti e pressanti richieste dei fan e degli appassionati di lancette, il brand quest’anno ha deciso di realizzarne una versione acquistabile. Una replica più o meno esatta di quel mitico orologio: il Khaki Field Murph. Non uguale al 100% all’originale perché sulla lancetta dei secondi compare la scritta “eureka” in codice morse che, per chi ha visto il film ha un significato molto importante, ma non compariva sull’orologio. Il Khaki Field Murph ha la cassa in acciaio di 42 mm di diametro impermeabile fino 100 metri, il quadrante nero. Nelle lancette è stato inserito del super-luminova per permettere la loro visione in condizioni di scarsa luce. Il cuore pulsante è un calibro automatico con 80 ore di riserva di carica. Infine, il cinturino è in pelle nera con fibbia ad ardiglione in acciaio. Altra particolarità del “Murph” è la confezione riservata solo ai primi 2.555 esemplari che è stata realizzata con la collaborazione di Nathan Crowley, famosissimo scenografo inglese che lavorò in Interstellar (ma anche nella trilogia di Batman e in Dunkirk di sempre di Nolan e nel recente First Man -Il Primo Uomo del regista premio Oscar Damien Chazelle). Questa scatola decorata da diverse strisce colorate richiama il tesseratto, una sorta di cubo interdimensionale in cui si trova il protagonista in una fase del film.

Visto che per Hamilton il 2019 è un anno dedicato al mondo della settima arte, oltre al Khaki Field Murph, in collezione ci sono anche il Khaki Field Mechanical visto nel kolossal bellico romantico Pearl Harbour del 2001 con Ben Affleck e Kate Beckinsale con cassa in acciaio di 38 mm di diametro, quadrante verde e cinturino in tessuto militare e l’iconico Ventura Quartz, visto al polso di Will Smith nella trilogia campione d’incassi Men in Black, con la sua caratteristica cassa asimmetrica che ricorda quasi uno scudo, il quadrante nero e il cinturino in pelle. Il legame con il cinema del brand continuerà anche quest’anno con il supporto a vari festival di settore, incluso il Taormina Film Festival che si svolgerà dal 30 al sei luglio prossimo.

© Riproduzione riservata

>