Italia

Sicurezza, spunta un fondo per accelerare i rimpatri e stretta sulle…

  • Abbonati
  • Accedi
decreto bis

Sicurezza, spunta un fondo per accelerare i rimpatri e stretta sulle espulsioni

Nel botta e risposta tra i due vicepremier, Matteo Salvini risponde alle accuse di Di Maio sui mancati rimpatri con un «Fondo di premialità per le politiche di rimpatrio». Il nuovo strumento è stato inserito nel nuovo schema di decreto legge sulla sicurezza che la Lega porterà tra poche ore all’esame della riunione tecnica per la preparazione del consiglio dei ministri di Lunedì 20 maggio. Tra le modifiche al codice penale, anche la stretta sulle espulsioni dei migranti irregolari con pene fino a 4 anni e la sanzione con la reclusione da 1 a 5 anni per chi distrugge, disperde o rende inservibili mezzi o beni immobili in occasione di manifestazioni che si svolgono sia in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Salvini: Dl Sicurezza bis per me in Cdm anche settimana prossima - GUARDA IL VIDEO

Un fondo di premialità per i rimpatri
Un sostegno mirato alle intese e alle operazioni di collaborazione per la riammissione di soggetti irregolari che sono nello Stato italiano e provengono da Paesi extracomunitari. Dei veri e propri premi finanziati dal nuovo fondo istituito dal decreto sicurezza-bis presso il ministero degli Esteri e della cooperazione internazionale. Il fondo, si legge nell’articolo 12 della bozza di decreto, nasce con una dote di 2 milioni per l’anno 2019, dote che potrà essere aumentata di una quota annua non superiore ai 50 milioni. Il fondo, in sostanza, potrà finanziare «interventi di cooperazione mediante sostegno al bilancio generale o settoriale ovvero intese bilaterali», che abbiano «finalità premiali per la particolare collaborazione nel settore della riammissione di soggetti irregolari».

Stretta sulle espulsioni
Si ampliano i casi in cui gli stranieri entrati in Italia senza permesso di soggiorno o che si sono sottratti ai controlli di frontiera possono essere espulsi. La legge ora prevede l’espulsione per il migrante identificato e detenuto che deve scontare una pena detentiva, anche residua, non superiore a due anni. La nuova bozza in circolazione, invece, prevede l’espulsione se la pena da scontare non supera i 4 anni.

Rinforzi per le Universiadi di Napoli
Nei 13 articoli del Dl, oltre a confermare le prime anticipazioni sulle maxi sanzioni amministrative da 20.000 a 50.000 euro per le unità da diporto o da pesca che soccorrono migranti in acque internazionali, così come la possibilità concessa al ministro dell’Interno di poter limitare o vietare il transito di navi mercantili o unità da diporto nel mare territoriale, trova posto anche l’invio di ulteriori 500 unità per rinforzare il contingente militare chiamato a presidiare il territorio per le Universiadi che si terranno a Napoli da giugno a luglio prossimo.

© Riproduzione riservata

>