Italia

Tennis, Nadal in semifinale. Cerca la rivincita con Tsitsipas e attende…

  • Abbonati
  • Accedi
internazionali bnl d’italia

Tennis, Nadal in semifinale. Cerca la rivincita con Tsitsipas e attende Djokovic

È uscito, per forfait, il suo storico avversario Roger Federer. Si sarebbero incontrati in semifinale qui a Roma, come già capitato altre volte: c'è ancora chi si ricorda la spettacolare finale di cinque ore del 2006, vinta dallo spagnolo contro un Federer a quei tempi numero uno del mondo.

GUARDA IL VIDEO / Eliminaziona amara e con polemiche per Fognini

Ma in semifinale Rafa Nadal, un immortale del tennis proprio come il campione svizzero, incontrerà il greco Stefanos Tsitsipas, approdato dunque alla semifinale del Master 1000 di Roma senza fatica. Nadal ha avuto la meglio nei quarti di finale con un perentorio 6-4/6-0 sul conterraneo Fernando Verdasco in poco più di un'ora e mezzo di gioco. «Sono felice di essere nuovamente in semifinale a Roma - dice Nadal -. È stata una buona vittoria quella contro Verdasco. Mi spiace per Federer, sarebbe stato bello avere una chance di giocare di nuovo una semifinale qui contro di lui. Ma gli infortuni capitano, soprattutto quando il rischio aumenta per la necessità di dover giocare due match nello stesso giorno».

Nadal si è così conquistato la possibilità di giocarsi la rivincita con Stefanos Tsitsipas, il greco che proprio sette giorni fa a Madrid aveva superato il mancino di Manacor in 3 set. Per il maiorchino non succedeva da anni di perdere nei tornei precedenti Roma, cioè Montecarlo e Madrid: «So perché ho perso una settimana fa - sostiene Nadal - La soluzione la conosco. Tuttavia l'esecuzione non è così semplice - spiega ridendo - La teoria è sempre facile, ma l'esecuzione molto difficile. Di sicuro qui a Roma sto migliorando match dopo match».

Il ritiro eccellente di Federer ha comunque catalizzato i riflettori. Lo svizzero nel match vinto al terzo set ieri contro il croato Borna Coric aveva fatto ad un certo punto una leggera scivolata che gli aveva provocato un improvviso dolore alla gamba destra. Aveva chiesto l'aiuto del fisioterapista, «perché sulle prime temevo il peggio, ma dopo cinque minuti mi era sembrato che non fosse niente di grave» diceva ieri. Ma alla fine il dolore è ritornato questa mattina e il tennista svizzero ha preferito il ritiro, guardando probabilmente anche all'imminente Roland Garros: «Sono deluso di non essere in grado di giocare oggi, non sono al cento per cento fisicamente e dopo essermi consultato con il mio team abbiamo deciso di non giocare. Roma è sempre stata una delle mie città preferite e spero di ritornare l'anno prossimo». Per Federer è il quarto forfait della carriera. I precedenti sono Bercy 2008, Doha 2012 e le Finals di Londra 2014 contro Djokovic.

Intanto nel primo quarto di finale della giornata Diego Schwartzman ha superato in modo netto in due set il giapponese Kei Nishikori. Schwartzman troverà domani in semifinale il vincente della sfida di stasera tra Djokovic e Juan Martin Del Proto: l'argentino ha già giocato due volte con il serbo, sempre perdendo, ma due anni fa lo aveva portato al quinto set al Roland Garros.

Anche il tabellone femminile perde nel frattempo una delle sue protagoniste più attese. La giapponese Naomi Osaka, numero 1 del mondo e prima testa di serie del torneo, si è infatti ritirata a causa di un problema alla mano destra. Osaka era attesa dalla sfida nei quarti contro l'olandese Kiki Bertens, numero 4 del seeding, che accede direttamente alla semifinale, dove se la vedrà con la vincente della sfida tra Marketa Vondrousova e Johanna Konta.

© Riproduzione riservata


>