Italia

Formazione continua dei medici, il ministro Grillo annuncia premialità

  • Abbonati
  • Accedi
prima riunione dell'agenas

Formazione continua dei medici, il ministro Grillo annuncia premialità

Prima riunione della Commissione nazionale per la formazione continua dei medici, il nuovo organismo istituito presso l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) per il triennio 2019-2021. «Immagino un sistema per l'aggiornamento professionale caratterizzato da incentivi e premialità per le aziende sanitarie. Dobbiamo superare l'attuale sistema esclusivamente sanzionatorio e punitivo, che non invoglia una categoria professionale già sottoposta a gravosi impegni di lavoro. Da oggi si cambia rotta per il bene del nostro Ssn», ha spiegato il ministro della Salute Giulia presiedendo l'incontro.

La Commissione Ecm ha il compito di assicurare una formazione continua e qualificata a tutti i professionisti che operano nel sistema salute, per garantire prestazioni sanitarie di qualità e aggiornate delle conoscenze scientifiche e tecnologiche, per rispondere al meglio ai bisogni dei pazienti e alle complessità crescenti del servizio sanitario. La Commissione è stata ricostituita con decreto del ministro della Salute del 17 aprile 2019. Presieduta dal ministro della Salute, coadiuvata come vicepresidenti dal coordinatore della Commissione Salute e dal presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri.

“Siamo felici che oggi il ministro della Salute Giulia Grillo presiedendo la prima riunione della Commissione nazionale per la formazione continua dei medici abbia parlato di premialità e di superamento dell'attuale sistema che prevede sanzioni per chi non si forma”. Lo ha detto Andrea Tortorella, amministratore delegato del network legale e di formazione Consulcesi, a margine del convegno “Innovazione, diritti e formazione. La professione medica tra vecchie e nuove sfide” che si è tenuto a Roma. “Noi sosteniamo da anni l'importanza della formazione e degli incentivi per i medici che si aggiornano, poiché è una sicurezza per i pazienti e per loro stessi”, ha aggiunto.

Tortorella ha anche sottolineato l'importanza della formazione a distanza per gli operatori sanitari già troppo oberati di lavoro per trovare il tempo da dedicare a lezioni frontali: “Negli Stati Uniti ormai le Università formano i medici con i corsi a distanza. Uno strumento fondamentale anche dal nostro punto di vista poiché consente di scegliere dove, come e quando sedersi davanti al computer e seguire il corso”. “Oggi la nostra nuova sfida - ha concluso - è quella di applicare la tecnologia Blockchain all'aggiornamento professionale degli operatori sanitari, che certifica l'avvenuta formazione”.

© Riproduzione riservata

>