da Sotheby’s

Notre-Dame, anche un’asta di vini preziosi contribuirà al restauro


default onloading pic

1' di lettura

Anche i vini più preziosi contribuiranno al restauro della cattedrale di Notre-Dame: Sotheby’s ha annunciato che i proventi della seconda tranche dell’asta di 25 bottiglie di Château Mouton Rothschild Versailles Celebration Cases, messi all’asta oggi a Londra, saranno destinati al cantiere. Chi oggi si aggiudicherà la cassa avrà anche l’opportunità di partecipare a una cena di gala il 21 settembre a Versailles, durante la quala saranno servite bottiglie di Château Mouton Rothschild fra cui il raro vintage 1945. L’asta era nata in ogni caso con un intento charity, per sostenere la manutenzione della reggia di Versailles, appunto, ma l’accaduto a Parigi ha fatto mutare la destinazione originaria.

Le bottiglie in catalogo sono un’edizione peculiare nata dalla collaborazione fra
il palazzo reale e Château Mouton Rothschild, che ha portato alla creazione di cinque vintage Château Mouton Rothschild con etichette illustrate da artisti contemporanei che hanno esposto le loro opere a Versailles, fra cui Giuseppe Penone (2005), Bernar Venet (2007), Anish Kapoor (2009), Jeff Koons (2010) e Lee Ufan (2013).

L’asta comprende in tutto 75 bottiglie: i 4,45 milioni di euro ricavati dalla prima parte, che si è tenuta da Sotheby’s Hong Kong il 1 aprile scorso, sono andati in ogni caso a Versailles, come faranno quelli della terza trance, per la quale l’appuntamento è il prossimo 4 maggio a New York. Proprio da Sotheby’s Hong Kong è stato battuto il record di vendite per una serie di vini nella quattro giorni di aste che ha generato 34,8 milioni di dollari. (Ch.B.)

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...