ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGestione immobiliare

Numa vuole espandersi nell’hôtellerie in Italia

A Milano lancerà il nuovo Numa Loreto, mentre a Roma entro la fine del 2021 aprirà una sede in Piazza Venezia

di Paola Dezza

2' di lettura

Punta a espandersi in Italia il gruppo Numa, che fornisce tecnologia in Germania nel settore degli affitti a breve termine. Con l’espansione in Italia, il gruppo Numa continua il suo percorso di crescita in Europa. L’azienda tedesca è approdata anche in Spagna nell'aprile 2021. Numa è specializzato in immobili alberghieri e commerciali in zone centrali nelle principali città italiane, dove ha proprietà iconiche.

A Firenze con NUMA Rodo, un hotel di fronte al Duomo di Firenze, e NUMA Vita, un'elegante villa ristrutturata. A Milano, NUMA lancerà il nuovo NUMA Loreto. A Roma entro la fine del 2021 aprirà una sede NUMA in Piazza Venezia.

Loading...

Altri progetti in diverse destinazioni italiane sono in fase avanzata di trattative. «Numa, sfruttando le sue soluzioni tecnologiche innovative, offre un'esperienza di alto profilo per gli ospiti e riduce i costi operativi fino al 60%» recita un comunicato della società.

In Italia, Numa è guidato da Gabriele Coen, Director of Real Estate Expansion. Gabriele Coen ha ricoperto in precedenza il ruolo di responsabile del mercato italiano per quattro anni come General Manager di Sonder, azienda americana di affitti a breve termine, portando un importante know-how nel gruppo.

«L'Italia ospita la maggior parte dei siti patrimonio Unesco a livello globale. Sulla base della nostra forte attenzione alle destinazioni iconiche per il tempo libero, l'Italia è al centro della nostra strategia di espansione - spiega Christian Gaiser, ceo e co-fondatore del gruppo Numa.

«Il modello ibrido di Numa, che consente di passare da un soggiorno di breve durata a un soggiorno di media durata, si traduce in un interessante realtà a basso rischio - afferma Gabriele Coen, Director of Real Estate Expansion del gruppo -. Ha già suscitato un forte interesse da parte dei proprietari di immobili, da sviluppatori nel settore real estate e da parte investitori. Le richieste agli albergatori italiani stanno crescendo a dismisura, soprattutto in tempi di coronavirus. Qui l'ottimizzazione dei processi operativi interni può essere decisiva per il business. La digitalizzazione dei processi deve diventare un must. Gli ospiti saranno sempre più esigenti e sceglieranno un'esperienza duratura e un prodotto di alta qualità».

Riproduzione riservata ©

    loading...

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter RealEstate+

    La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

    Abbonati