ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSport

Nuoto, oro mondiale per Ceccon e Pilato. Agli Europei di scherma trionfo per le azzurre del fioretto

Successi per l’Italia tra i mondiali di nuoto di Budapest e gli Europei di scherma di Antalya

(REUTERS)

2' di lettura

Thomas Ceccon è il nuovo campione del mondo nei 100 dorso ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest. L’azzurro ha realizzato il nuovo record del mondo con il tempo di 51”60. È il primo italiano a vincere un oro iridato nel dorso. Il 21enne di Thiene ha preceduto gli statunitensi Ryan Murphy (51”97) e Hunter Armstrong.

«Oggi sapevo di non avere rivali ma devo ancora rendermi conto di quello che ho fatto, 51”60 è tanta roba. Mancavano i due russi, con loro sarebbe stata una sfida ancora più bella. L'obiettivo però non è questo, è molto più in alto», sono state le parole a caldo di Thomas Ceccon, ai microfoni di Rai Sport, dopo la medaglia d’oro con record del mondo ottenuta a Budapest.

Loading...

Ma l’Italia può festeggiare anche l’oro di Benedetta Pilato nei 100 rana. La 17enne pugliese ha trionfato con il tempo di 1’05”93 bruciando sul traguardo la tedesca Anna Elendt (1'05″98) e la lituana Ruta Meilutyte (1'06″02).

Delusione, invece, per Simona Quadrella, che ha fallito l’appuntamento con i 1.500 stile libero, piazzandosi al quinto posto nella gara vinta dalla fuoriclasse Usa Katile Ledecky con il tempo di 15’30″15. «Non so cosa è successo, non ero io. Mi sembra di vivere un incubo», ha commentato piangendo Quadrella. «È di nuovo come l’anno scorso, solo che allora stavo male e qui non lo so. È’ stata una stagione difficile. Ora - ha concluso - devo resettare tutto e pensare agli 800, sperando che non accada di nuovo».

Oro europeo per le azzurre del fioretto a squadre

Ottime notizie anche dalla scherma azzurra agli Europei di Antalya (Turchia). La squadra di fioretto donne ha vinto la medaglia d’oro contro la Francia. Le azzurre Alice Volpi, Arianna Errigo, Martina Favaretto e Francesca Palumbo hanno travolto 45-25 la selezione transalpina in finale. La squadra guidata dal ct, Stefano Cerioni, partiva con i favori del pronostico e non ha tradito le attese, raddoppiando il bottino di ori della spedizione azzurra che finora ha messo in carniere ben dieci medaglie, di cui cinque argenti e tre bronzi. La trascinatrice contro le transalpine è stata Martina Favaretto, capace di chiudere le sue frazioni in pedana con un differenziale di +13. Arianna Errigo, già argento nella prova individuale, ha messo in campo tutta la sua esperienza e ha chiuso l’assalto sul punteggio di 45-25. Una vittoria netta sulla Francia, che anche nell’ultima edizione di Dusseldorf 2019 aveva chiuso al secondo posto.

Nell’altra prova a squadre in programma oggi, quella di sciabola maschile, Luca Curatoli, Pietro Torre, Michele Gallo e Giovanni Repetti sono invece usciti ai quarti contro la Turchia, impostasi col punteggio di 45-37. Domani in Turchia continuano le gare a squadre: ci sono in programma la spada femminile, dove l’Italia schiera Rossella Fiamingo, Alberta Santuccio, Mara Navarria e Federica Isola, e il fioretto maschile, con Daniele Garozzo, Tommaso Marini, Alessio Foconi e Guillaume Bianchi.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti