BEV

Nuova Fiat 500 elettrica, da Ginevra a Milano

L'annullamento della rassegna svizzera ha costretto il brand italiano a presentare la prima vettura 100% green nella capitale della Lombardia alle prese con il coronavirus. Una prima sfida vinta in attesa delle vendite che scatteranno il 4 luglio, tradizionalmente il giorno del compleanno del cinquino

di Corrado Canali


default onloading pic

3' di lettura

La 500 formato EV ha cambiato sede della presentazione, ma non contenuti. Un modello completamente nuovo non soltanto per le dimensioni superiori, ma anche nello stile oltre che con interni mai visti prima su un modello Fiat e per di più all'insegna di un lusso non ostentato in stile Tesla 3.

Finalmente una nuova Fiat
“Dopo tanto tempo finalmente una nuova Fiat, ma di quelle pronte a mettere in riga la concorrenza anche premium – lo ha detto Olivier Francois responsabile “mondo” del brand italiano, ma anche massimo esponente del marketing del Gruppo Fca in una Milano non certo nella sua forma migliore per il virus che l'ha resa molto vulnerabile – ma come Milano non si è data per vinta anche noi di Fiat ce l'abbiamo messa tutta per fare della Nuova 500 l'elettrica più fashion sul mercato”.

Un approccio diverso rispetto alla concorrenza
Lo spiega così Olivier Francois “Avremmo potuto optare per una versione elettrica di un modello già in gamma o come Volkswagen che ha affiancato l'ID 3 alla Golf o Renault con la Zoe e la Clio. Non potevano imitare Tesla che è nata da subito elettrica. Noi abbiamo scelto di offrire un'icona come la 500 ma che verrà offerta soltanto in versione elettrica. Una scelta estrema rispetto a tutti”. È pur vero che la versione elettrica in vendita dal 4 luglio 2020 si andrà ad affiancare alle versione ibride della 500, ma completamente diverse come detto sia dal punto estetico oltre che nelle dimensioni, visto che sono le stesse della 500 oggi in vendita.

È davvero tutta un'altra Cinquecento
Non a caso vista dal vivo la terza generazione del “cinquino” dopo quella del 1957 e l'altra del 2007 è davvero una nuova 500. Un modello d'alto di gamma come una Tesla ma anche in grado di attrarre firma del “made in Italy” da Armani a Bulgari a Kartell che hanno realizzato tre versione secondo il loro stile che verranno messe all'asta e col ricavato che andrà a supportare la fondazione di Leonando Di Caprio che opera a sostegno della lotta ai cambiamenti climatici e alla difesa della biodiversità.
Icona green ma anche con dei contenuti innovati
Sarà così sin dal lancio nella versione “La Prima” 500 unità destinate per quest'anno ai primi 28 Paesi europei di commercializzazione nei quali sarà messa in vendita, mentre nel 2021 toccherà anche Brasile e forse agli Stati Uniti, magari soltanto in California grazie anche a Leonardo Di Caprio. Una versione di lancio offerta soltanto in versione cabriolet e con tutto di serie compresa la Wallbox installata a casa di chi se la assicurerà versando una caparra di 500 euro rimborsabili. E supportata anche dalla possibilità di ricarica veloce da 85 kW oltre che di un'infotaiment al top e di ultima generazione, prima auto del Gruppo Fca che lo installa. Ma soprattutto pronotabile anche dallo smartphone con semplici clic. Lo ha fatto anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala in occasione dell'anteprima milanese della 500 elettrica.

Il resto della gamma elettrica a luglio
Appuntamento al 4 luglio, invece, per il resto della gamma che prevederà anche una 500 a tetto rigido e versioni più accessibile rispetto ai 37.900 euro che è il prezzo della variante di lancio, La Prima. Se ne saprà di più allora, ma la 500 elettrica non passerà inosservata nel panorama delle tante elettriche in arrivo quest'anno. La sorpresa, insomma, c'è stata e forse una prima sfida è stata vinta per quella che Olivier Francois ha definito il “gioiello” di casa Fiat.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...