SUV

Nuova Hyundai Santa Fe, due ibridi in gamma e più spazio a bordo

Il suv di grandi dimensioni del brand coreano offrirà due motorizzazioni elettrificate. Grazie poi al nuovo pianale lo spazio a bordo è aumentato sia per i passeggeri che per i loro bagagli

di Corrado Canali

default onloading pic

Il suv di grandi dimensioni del brand coreano offrirà due motorizzazioni elettrificate. Grazie poi al nuovo pianale lo spazio a bordo è aumentato sia per i passeggeri che per i loro bagagli


4' di lettura

Hyundai ha programmato l'arrivo sul mercato della nuova Santa Fe subito dopo l'estate. Il modello di punta a ruote alte della Casa coreana si ripresenta con uno stile diverso, oltre che con novità all'insegna dell'elettrificazione sotto al cofano. Il nuovo pianale, inoltre, ha consentito ai tecnici di riorganizzare gli spazi dell'abitacolo in modo da offrire più centimetri a disposizione di tutti i passeggeri: ci sono 3 cm di lunghezza in più per quelli della seconda fila e 4 cm in più per quelli della terza, visto che in base alle versioni previste la nuova Santa Fe offrirà da 5 o 7 posti. A crescere è anche la capacità del bagagliaio che col nuovo model year in arrivo passa da 625 a 634 litri nella configurazione a 5 posti. Ma il nuovo pianale garantisce benefici anche dal punto di vista sia della sicurezza che dell'aerodinamica oltre della guidabilità della vettura.

Aumentano le dimensioni rispetto a prima

La nuova Santa Fe, infatti, rispetto al modello che andrà a sostituire dichiara una lunghezza che cresce di 1,5 cm fino a 478,5 cm), mentre la larghezza aumenta di 1 cm fino a 190 cm) e l'altezza di 0,5 cm fino a 168,5 cm. Invariato, invece, il passo di 276,5 cm, mentre crescono gli sbalzi: di 0,5 cm all'anteriore, di 1,0 cm al posteriore. La nuova piattaforma, in aggiunta è in grado di accogliere anche sistemi ibridi, che non erano disponibili prima. E di motorizzazioni ibride la nuova Santa Fe ne avrà due, uno al momento del lancio e l'altro dopo qualche mese, ma sempre entro la fine del 2020.

Loading...

Il primo in arrivo è l'ibrido più tradizionale

Il primo disponibile sarà di tipo più tradizionale con le batterie di 1,49 kWh sistemate sotto il sedile anteriore destro che si potranno ricaricare nei rallentamenti, oltre che alimentate da un motore elettrico da 60 cv che consentirà alla nuova Santa Fe di muoversi in alcune fase della guida a zero emissioni. Il motore elettrico si abbina all'unità a benzina turbo di 1.600 cc T-GDi di cui non è stata ancora dichiarata la potenza, il primo motore Hyundai con tecnologia Continuously Variable Valve Duration (CVVD) che migliora l'efficienza gestendo l'apertura delle valvole e regolandolo in base alle condizioni di guida. Il sistema ibrido della Santa Fe eroga in totale 230 cv e 350 Nm di coppia. La trasmissione è un cambio automatico a 6 marce di nuova generazione, più efficiente a detta di Hyundai di quello che sostituisce, mentre la trazione è di base quella anteriore, ma con la possibilità anche del 4x4.

Prevista anche la versione plug-in hybid

A fine 2020 arriverà sul mercato anche la nuova Santa Fe col motore ibrido plug-in, basato sullo stesso motore a benzina di 1.600 cc T-GDi abbinato allo stesso cambio automatico della versione ibrida non ricaricabile. Il motore elettrico, però, avrà una potenza di 91 cv e ad alimentarlo saranno batterie di 13,9 kWh, alloggiate sotto i due sedili anteriori e ricaricabili dalla rete elettrica di casa o da una colonnina pubblica. La potenza complessiva del powertrain plug-in hybrid è di 265 cv, la coppia massima è di 350 Nm. I due ibridi dovrebbero si fatto sostituire la versione diesel anche se non è escluso che Hyundai decida comunque di offrire una Santa Fe col nuovo motore turbodiesel di 2.200 cc più leggero di 19,5 kg grazie al basamento in alluminio e con una pressione di 2.200 bar, 200 in più oltre ed un diverso albero a camme. Il nuovo motore diesel di 2.200 dispone di 202 cv di potenza e 440 Nm di coppia.

L'aggiornamento estetico è molto evidente

Ai nuovi motori ibridi si aggiunge un aggiornamento stilistici che porta in dote una griglia anteriore più squadrata che ingloba anche i fari che, invece, prima erano ai lati del paraurti. Caratteristiche del nuovo modello anche le luci diurne sovrastanti che idealmente scendono e terminano poi nei proiettori. Meno evidenti le modifiche concentrate nella parte posteriore: infatti alle estremità i fanali proseguono verticalmente per qualche centimetro nel paraurti anziché essere piatti e ora sono collegati con un elemento rosso riflettente anziché con un fregio cromato. Nuovi anche i cerchi di 20 pollici, abbinabili anche al pacchetto Luxury che, per la prima volta, offre passaruota e parte inferiore dei fascioni paracolpi in colore col resto della carrozzeria. Di tutto e di più tanto che è impossibile scambiare la nuova Santa rispetto al quella in vendita oggi.

Interni oltre che evoluti anche modernizzati

Rinnovati anche gli interni della Hyundai Santa Fe visto che adebuttare è il cruscotto interamente digitale di 12,3 pollici. Nuovo anche il sistema multimediale, con schermo di 10,3 pollici e dotato delle funzioni online Bluelink e cioè posizione dell'auto in tempo reale, apertura e chiusura delle serrature da app e altro ancora. La consolle centrale, inoltre, non è più a sviluppo verticale ma inclinata oltre ad integrare i comandi fisici sia per il climatizzatore che per i pulsanti del cambio automatico che prendono il posto della tradizionale leva. Inedito anche il selettore Terrain Mode che permetterà di selezionare il terreno sul quale l'auto si sta muovendo in quel momento se ad esempio il fondo stradale è fango o innevatooppure altro ancora così da permettere una gestione più sicura da parte dell'elettronica che garantirà una più regolare la risposta della meccanica sulla base delle diverse condizioni di guida.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti