hi-tech

Nuova partnership nell’informatica. Circle acquisisce il 51% di Info.era

di Raoul de Forcade

2' di lettura

Circle, società genovese di consulenza direzionale e supporto all’innovazione, specializzata, tra l’altro, nell’automazione e nella digitalizzazione della catena logistica, ha stretto un’alleanza con Info.era, società triestina che sviluppa soluzioni informatiche, con un’esperienza ventennale e forti competenze nel settore portuale.

La partnership è stata perfezionata attraverso un’operazione di acquisizione, da parte di Circle, del 51% di Info.era. Quest’ultima è una software house radicata nel territorio triestino, formata da uno staff di 21 persone che operano nel mondo marittimo, della logistica e delle spedizioni. L’azienda, spiega una nota, vanta «un portfolio clienti che annovera i principali terminalisti, agenzie marittime e spedizionieri del porto di Trieste».

Loading...

Furio Bressanutti, ad di Info.era mantiene la sua carica «a garanzia di continuità nella gestione aziendale e resta azionista della società». Luca Abatello, presidente e ceo di Circle, acquisirà anche la carica di presidente di Info.era. L’organizzazione interna dell’azienda triestina «viene confermata e rafforzata grazie alle sinergie con il team di Circle, per uno staff che, complessivamente, sale così a oltre 50 unità».


L’operazione, spiegano i vertici della società genovese, «è strategica per il piano di sviluppo di Circle e permetterà importanti sinergie tra le due aziende; nonché il rafforzamento dei relativi prodotti software, che esprimono una complementarietà di target essendo rivolti, rispettivamente, al settore della logistica intermodale».

Circle, in effetti, ha sviluppato il software Milos (ideato per rendere più efficiente il trasporto di container trailer, autovetture e intermodale), che oggi è in uso tra imprese quali Ikea e Noberasco e in diversi porti mediterranei. Info.era, da parte sua, ha creato Sinfomar, oggi port community system del porto di Trieste.

Info.era, spiega Abetello, «è una realtà solida e dal forte posizionamento, con la quale collaboriamo già da tre anni e con cui condividiamo visione del mercato, metodologia di lavoro, approccio organizzativo ed etico».

L’operazione, prosegue, «è importante per il raggiungimento degli obiettivi di crescita internazionale e di ampliamento del prodotto Milos che il nostro piano industriale prevede per il prossimo triennio 2018-2020 e che fissano, in particolare, un target di crescita del 50% delle nostre attività legate allo sviluppo portuale e logistico in area Med».

Attraverso l'acquisizione di Info.era, il valore della produzione di Circle (2,3 milioni di euro nel 2016) viene incrementato di 1,3 milioni, (valore della produzione di Info.era nel 2016).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti